Il fumetto diventa tridimensionale per raccontare gli eroi del Risorgimento

L’Accademia Italiana Videogiochi, in collaborazione con RedWhale e il Ministero della Gioventù, presenta il primo esperimento di CrossComix!, “Fratelli Senzabandiera”, un esempio di fumetto 3D interattivo nato in Italia, per raccontare con una storia avvincente, ricca di eroi e battaglie, il Risorgimento Italiano.

Connubio intrattenimento e tecnologia – Il progetto sarà presentato ufficialmente il prossimo 29 ottobre al Lucca Comics and Games e il 3 novembre presso la Green Area del Festival Internazionale del Film di Roma. Un connubio, quello tra intrattenimento e tecnologie, molto forte, soprattutto per quel che riguarda il mondo dei videogiochi e del cinema, ma non sempre sperimentato dall’arte sequenziale che, il più delle volte, non riesce a cavalcare l’onda dei nuovi strumenti di diffusione. Persino gli ultimi tentativi di far vivere i fumetti tramite iPad e Tablet sono finiti come mere scansioni di tavole pensate per un media cartaceo mentre anche gli esperimenti più avveniristici, sempre ad opera di italiani, non sono stati in grado di aumentare il livello di interazione ma solo di agire sulla profondità.

Una nuova visione del fumetto – Il “CrossComix!” propone, invece, una nuova visione del fumetto, per far sì che l’interattività, in combinazione con la profondità e le dinamiche proprie dei moderni dispositivi tecnologici, ci consegni un’opera da navigare e vivere in tre dimensioni. Progettato sulla base di un importante motore per videogiochi, il CrossComix!, infatti, non presenta solo un “fumetto aumentato” ma acclude a esso possibilità di interazione e di giocabilità mai considerate prima. Una sorta di nuova era del libro game che si declina nelle nuove tecnologie mantenendo centrale il gioco, pur senza rinunciare al suo scopo formativo, secondo le regole dell’Edutainment.

Valentina De Simone