Morta Marie Dedieu la donna francese rapita in Kenia

Probabilmente è deceduta per mancanza di cure- Marie Dediu, la turista francese di 66 anni rapita in Kenia, è morta nelle mani dei suoi sequestratori. A dare l’annuncio è stato il portavoce del ministro degli esteri francese, Bernand Valero. La donna – da tempo su una sedia a rotelle per un’incidente d’auto- era stata rapita da un gruppo di uomini armati a fine settembre nell’arcipelago di Lamu, nel nord-est del paese, e tenuta in ostaggio in Somalia.

Non si conoscono ancora le cause della morte, ma l’ipotesi francese è che la donna- che soffriva di insufficenza cardiaca e rendeva dei medicinali per il cancro- sia deceduta perché i rapitori si sono “rifiutati di dare all’ostaggio i medicinali che avevamo inviato”.”I contatti attraverso i quali il governo francese cercava di ottenere la liberazione di Marie Dedieu – ha detto Valero- tenuta in ostaggio in Somalia dal primo giorno di ottobre, ci hanno annunciato il suo decesso, ma non possiamo precisare la data né le circostanze”.
Storica attivista del movimento femminista francese negli anni settanta, la Dedieu, era una delle più strette collaboratrici di Antoinette Fouque, la co-fondatrice del Movimento di liberazione delle donne nel 1968. Negli ultimi quindici anni la donna aveva vissuto quasi interamente nell’arcipelago keniano.
Annastella Palasciano