Presentazione stagione 2011/12 Teatro Arcimboldi: le parole dell’assessore Massimo Buscemi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:29

Teatro Arcimboldi, Milano, Massimo Buscemi. In occasione della presentazione della stagione 2011/12 del Teatro Arcimboldi, la regione Lombardia, nella persona del Suo Assessore alla Cultura Massimo Buscemi, ha voluto portare la sua vicinanza all’istituzione meneghina: «In un periodo economicamente difficile, che coinvolge ovviamente anche il settore della Cultura, è ben augurante e induce alla riflessione il successo ottenuto dal Teatro degli Arcimboldi, fin dalla sua nascita.
L’idea di dargli la vocazione di teatro popolare fu sicuramente azzeccata e lo confermano i dati che si riferiscono alla stagione passata. 170 spettacoli a cui hanno assistito 254mila persone, hanno permesso agli Arcimboldi di affermarsi come il secondo teatro italiano per numero di spettatori. Merito anche dell’ottima gestione de “ I Pomeriggi Musicali” che sono riusciti  nei cinque anni di gestione a fidelizzare un pubblico vasto ed eterogeneo.

L’elemento che mi colpisce in particolar modo è che questo  pubblico non rinnova l’abbonamento ma sceglie ogni volta di essere presente, perché gli spettacoli proposti incontrano il suo gusto e soddisfano la sua passione. Ecco perché il bilancio sempre in attivo degli Arcimboldi è per Regione Lombardia un motivo d’orgoglio e un modello da seguire per tutti i teatri popolari.

Per festeggiare il suo decimo compleanno con il “Circuito Lirico” e  “I Pomeriggi Musicali” abbiamo pensato di rendere omaggio alla vocazione prima del Teatro, quello di palcoscenico per l’opera lirica. Così come per la sua inaugurazione, sarà quindi nuovamente in scena un’opera di Giuseppe Verdi, allora fu “La Traviata”, questa volta sarà “Rigoletto”.
Il nostro intento è quello di offrire ad un numero di spettatori sempre più vasto una forma di spettacolo che solitamente è riservata a un pubblico di nicchia. L’opera lirica è una componente importante della tradizione culturale italiana, conosciuta ed apprezzata in ambito internazionale. Con quest’iniziativa, grazie al costo economico e insolito per uno spettacolo di opera lirica, ci auguriamo di offrire una grande occasione affinché tutti possano conoscerla ed apprezzarla».

P. L. B.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!