A Palazzo Reale in mostra i capolavori Cézanne

Paul Cézanne, mostra – Da ieri, fino al 26 febbraio, a Palazzo Reale  ci sono in mostra 40 opere di  Paul Cézanne, provenienti dai più prestigiosi musei internazionali. Paesaggi, nature morte e ritratti che ripercorrono la straordinaria carriera dell’artista.  Una carriera che si sviluppa sull’influenza impressionista. Nel 1839 infatti il percorso di Cézanne si incontra con quelle di Pisarro, Renoir, Monet, per poi mutare, dal 1873, e farsi sempre più unico e personale. Il pittore francese nei suoi dipinti, riproduce mille sensazioni in poche pennellate; però è curioso come l’artista si soffermasse molto tempo sui particolari di un volto, di un paesaggio.

Cambiamento – Dunque Cézanne passa da una visione obiettiva del soggetto, strutturandolo liberamente sulla tela senza imposizioni di sovrastrutture letterarie, in modo da renderlo solo successivamente secondo il proprio spirito, con l’utilizzo di mezzi puramente pittorici, come le tonalità del colore e le vibrazioni della luce, ad una visione personale, “un nuovo classicismo, non più fondato sull’imitazione scolastica degli antichi, ma rivolto a formare una nuova, concreta immagine del mondo» da ricercare non nella realtà esterna, ma nella coscienza”. La mostra di Palazzo Reale è un omaggio alla produzione di un grande maestro, legata ai celebri atéliers di Aix-en-Provence, tra l’attività en plein air e i lavori in studio.

Donatella Donato