Bambini alla guida, accade negli USA e in Cina

Tassista del papà ubriacone. Un 39enne statunitense del Michigan è stato arrestato per aver fatto guidare a sua flglia di 9 anni il furgoncino di famiglia per andare ad una stazione di servizio. Il fatto è accaduto nei dintorni di Detroit. L’irresponsabile padre era  completamente ubriaco e, di conseguenza,  ha pensato di farsi accompagnare alla stazione dalla figlioletta. Un autista si è accorto della bambina al volante e ha pensato bene di seguire il furgone e chiamare la Polizia. Nonostante la tenera età, la figlia dell’”ubriacone” guidava molto bene. L’episodio lascia immaginare che la piccola “tassista” non stesse guidando per la prima volta e che, di conseguenza,  già in passato si siano verificati episodi simili.  Il centralinista del 911, al quale è stato segnalato il fatto, non credeva alle proprie orecchie: «E’ sicuro che si tratti di una bambina?» «Sì, sono sicuro ha 9 anni e guida davvero bene!» ha risposto l’autista. Quando la Polizia è intervenuta, la bambina ha chiesto agli agenti «Perché mi avete fermato? Stavo guidando bene». Il proprietario della stazione di servizio in cui è stata fermata la minore ha raccontato l’episodio:  «E’ stato incredibile, ha svegliato la ragazzina per farsi portare al distributore e, come ricompensa le ha regalato una mela caramellata». Il padre sconsiderato è stato arrestato per abusi su minore.

Un’autista di 4 anni. Non è la prima volta che un padre permette a un figlio, in tenera età, di guidare. Nel video proposto all’interno di questo articolo si può vedere una bambina cinese che, pare abbia appena 4 anni, mentre guida l’auto del babbo in autostrada. Sembrerebbe che i genitori l’abbiano lasciata guidare lungo la strada  Jinal, nella provincia cinese di Shandong, filmandola dal sedile posteriore. Nel video, postato su YouTube si vede come Jia Zheng, questo il nome della piccola autista, sorpassi le altre auto. Dopo un paio di minuti il padre dice alla bambina: «Jia Zheng, ferma la macchina. Fa’ guidare papà». La piccola accosta l’auto, e come da normale prassi, l’uomo scende e si siede al volante, mentre la bambina si siede nella parte posteriore. Pura follia.

Giovanna Fraccalvieri