Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Di Biagio (Fli) e la compravendita parlamentare: Mi offrirono oltre un milione di euro

CONDIVIDI

A rinforzare il coro di quanti sostengono che il governo Berlusconi ha ottenuto le ultime fiducie grazie alle “trattative” portate a termine al fotofinish si è ieri aggiunto anche Aldo Di Biagio. Il deputato di Fli, interpellato da Il Fatto Quotidiano, ha raccontato della “proposta” avanzatagli lo scorso dicembre, quando una ex collega del Pdl tentò di persuaderlo a votare a favore  dell’esecutivo, prospettandogli future glorie. “Ti diamo un milione e mezzo di euro di Finmeccanica”, sarebbe stata l’offerta fatta al finiano, che avrebbe declinato seccamente lasciando di stucco la sua interlocutrice.

Offerte allettanti – “Sai Aldo, da te ci aspettiamo un atteggiamento serio e coerente. Guarda al futuro, fatti una fondazione e noi ti diamo 1 milione e mezzo di euro di Finmeccanica“. Sarebbero queste le parole con cui una deputata del Pdl avrebbe tentato lo scorso dicembre (alla vigilia della votazione sulla fiducia al governo) di “comprare” il sostegno del deputato di Fli, Aldo Di Biagio. A rivelarlo al Fatto Quotidiano è stato lo stesso finiano, che ha definito i contorni di quello che sembrerebbe un vero e proprio mercato parlamentare. “Non aveva fatto altro che eseguire il mandato ricevuto da Verdini – ha spiegato Di Biagio – Queste sono le loro regole vergognose o le accetti o sei fuori”.

Gioie impagabili – Come sia andata a finire la “trattativa”, è facile intuirlo: “Mi dispiace ma la mattina voglio continuare a guardarmi allo specchio per trovarci proprio quella persona coerente e seria che sono”, avrebbe risposto il finiano all’ex compagna di partito, che avrebbe fatto dietro front in preda all’incredulità. “Se Fini non fosse stato cacciato e non fosse nato Fli me ne sarei andato nel Gruppo misto – ha rincarato il deputato – Non ne potevo più di vedere ruberie di ogni tipo, nani e ballerine come figurine telecomandate, scene indecenti”. “Capisco che di questi tempi possa sembrare retorico, ma tornare a casa e sentirmi dire da mia figlia più grande che ha 18 anni: sono fiera di te – ha concluso Di Biagio – è stata una gioia enorme che questi qui non proveranno mai”.

Maria Saporito