Lite su Carlo Giuliani a ‘Matrix’, Paolo Ferrero manda a quel paese Sallusti

Lite su Carlo Giuliani a ‘Matrix’: Ferrero manda a quel paese Sallusti. Violento botta e risposta, ieri sera nel corso della puntata di Matrix, tra il segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista, Paolo Ferrero, e il direttore de ‘il Giornale’ Alessandro Sallusti. In studio si parlava dei violenti e degli scontri avvenuti sabato scorso alla manifestazione romana degli Indignati, quando improvvisamente il discorso è caduto sulla morte di Carlo Giuliani durante gli scontri al G8 di Genova del 2001. Sallusti ha affermato che il carabiniere che ha sparato, uccidendo Carlo Giuliani, ha fatto bene. Pronta e stizzita la replica di Ferrero, il quale si è alzato e ha mandato a quel paese il direttore de ‘il Giornale’. “Vergognati! Vergognati” ha continuato Ferrero contro Sallusti.

Ferrero: Usano gli incappucciati per uccidere una seconda volta Carlo. Altrettanto rabbioso è il commento che l’esponente della Federazione della Sinistra ha lasciato a caldo sul suo blog: “Stanno usando le violenze degli incappucciati di sabato per distruggere la memoria sedimentata di Genova. L’attacco a Carlo Giuliani di Sallusti non è isolato, è il filo conduttore della campagna. Gli atti di violenza degli incappucciati nella manifestazione di sabato sono un incredibile aiuto alle destre, ai banchieri, ai padroni e a tutti quelli che vogliono nascondere i problemi sociali dietro i problemi di ordine pubblico e vogliono riscrivere la storia del paese. Prima hanno demolito il ’68, poi la Resistenza  e adesso vogliono uccidere una seconda volta Carlo Giuliani. Vaffanculo!”.

Raffaele Emiliano

.