Scontro tra navi al largo dell’Albania, tre vittime

Uno scontro, tra il traghetto ‘Ankara’, diretto a Bari e trasportante passeggeri, ed un mercantile battente bandiera maltese, diretto in Montenegro, è avvenuto, la notte scorsa, a venti miglia dalla costa albanese.

Mercantile affondato in pochi minuti – A quanto si apprende, tutti i 196 passeggeri del traghetto di linea Durazzo-Bari stanno bene. Diversa, purtroppo, la situazione per il mercantile, del cui equipaggio, a quanto sembra, si sono salvati solo il comandante ed il primo ufficiale, trasportati all’ospedale di Durazzo. Al momento, sarebbero almeno tre le vittime accertate e cinque i dispersi. Fino ad ora i soccorritori sono riusciti a recuperare soltanto un corpo, mentre gli altri due, sebbene avvistati, si trovano ancora in mare, in balìa delle correnti. Le vittime facevano parte dell’equipaggio di dieci persone, tutte di nazionalità turca, del piccolo mercantile, che è affondato nel giro di pochi minuti.

Continuano le operazioni di ricerca – Nelle operazioni di ricerca sono attualmente impegnati alcuni natanti della Guardia costiera albanese e della polizia di frontiera, ed anche una motovedetta della Guardia di Finanza italiana, da anni presente in Albania. Le ricerche sono supportate anche dalla presenza degli elicotteri, che sorvolano l’area in cui è avvenuta la collisione. «Sul luogo della collisione si vedono solo alcuni resti della nave e salvagenti sparsi qua e là», ha raccontato ai giornalisti il prefetto di Durazzo Genci Alizoti. Le cause dell’incidente ancora non sono note: uno dei superstiti, Ahmet Bau, ha raccontato all’emittente albanese ‘News 24’ che «tutto è accaduto in fretta, nel giro di pochi istanti. Di noi – ha detto – solo tre o quattro erano in coperta, gli altri erano all’interno della nave». Secondo le prime testimonianze raccolte, il mercantile si trovava su una rotta sbagliata e l’equipaggio del traghetto l’avrebbero contattato via radio per chiedergli di cambiare direzione. Secondo quanto dichiarato da fonti della capitaneria di Durazzo, l’inchiesta sull’incidente potrebbe essere condotta dalle Autorità italiane, dal momento che la collisione è avvenuta in acque internazionali.

Francesca Theodosiu