La storia unitaria rivive a Palermo con la mostra “L’Italia dei libri”

Dal 4 al 27 novembre alla Galleria d’arte moderna di Palermo va in mostra “L’Italia dei libri”, una riflessione su un secolo e mezzo di letteratura nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Schede, fotografie, giudizi critici, curiosità, volumi originali, oggetti-simbolo e rari documenti d’archivio, per raccontare la storia unitaria attraverso il mondo dei libri. Nata da un’idea di Rolando Picchioni e prodotta dalla Fondazione per il libro, la musica e la cultura, l’esposizione, inaugurata a Torino in occasione del 24esimo Salone internazionale del libro, è stata allestita a Palermo grazie al contributo della Fondazione Banco di Sicilia e realizzata anche con il sostegno di Unicredit.

La storia d’Italia attraverso la letteratura – L’allestimento, suddiviso in cinque percorsi, vede i 15 SuperLibri, i must che hanno trasformato la rappresentazione del nostro Paese agli occhi del mondo, i 15 Personaggi, ovvero gli autori che non possono essere sintetizzati in un unico capolavoro perché il loro pensiero è diventato matrice di identità per gli Italiani. E, ancora, i 150 Grandi Libri, quelli che hanno rafforzato il senso di appartenenza all’Italia, scandendone la storia e contribuendo a plasmare il nostro costume, il gusto, il nostro pensiero; gli Editori, tipografi lungimiranti e intellettuali sofisticati che in questo secolo e mezzo hanno fatto i libri, scoperto autori, lanciato mode, e i Fenomeni Editoriali, dagli originali Gialli Mondadori anni trenta all’editoria religiosa, dalla mitica Enciclopedia Treccani ai Manuali Hoepli che hanno reso popolari le discipline tecniche. Due postazioni touchscreen permetteranno di navigare fra le schede digitali complete delle sezioni della mostra mentre le immagini di tutti i 150 Grandi Libri scorreranno su uno schermo nell’area espositiva.

Un omaggio all’unione culturale del Paese – «E’ un piacere e un privilegio – ha sottolineato il presidente della Fondazione Banco di Sicilia, Giovanni Puglisi – ospitare a Palermo la mostra “1861-2011. L’Italia dei libri”, esposta per la prima volta a maggio al Salone internazionale del libro: una scelta, che è per noi l’occasione per confermare un’amicizia e una sinergia che durano da anni tra il Salone torinese e il Premio Mondello. Con questa esposizione – ha proseguito Puglisi – la Fondazione Banco di Sicilia rende omaggio non solo all’anniversario dell’Unità’ d’Italia, ma anche al rilevante contributo che la Sicilia, insieme ai suoi autori e ai suoi intellettuali, ha dato all’unione culturale del nostro Paese».

Valentina De Simone