Scarlett Johansson troppo sexi. Scartata al provino.

Scarlett Johansson, provino. Che Scarlett Johansson fosse un’attrice come dire, prorompente, questo già si sapeva. Che le sue curve mozzafiato potessero costituire un problema, beh questo era proprio difficile da intuire. Eppure come spesso accade la realtà è stata foriera di notizie soprendenti. Infatti la bella attrice americana, protagonista di pellicole come Lost in Traslation o Match Point di Woody Allen,  è stata scartata dal regista David Fincher sul set  di Uomini che odiano le donne. Il film è il remake americano dell’omonima pellicola che aveva come protagonista Naomi Rapace anch’essa tratta dalla trilogia Millenium di Stieg Larrson best seller in tutto il mondo. Il motivo di cotanta rinuncia?

Troppo sexi. Presto detto. Lo ha spiegato infatti il regista David Fincher (Seven, Fight Club, The Social Network) il quale ha dichiarato” Abbiamo fatto arrivare gente dalla Nuova Zelanda e dallo Swaziland e da tutte le parti. Guarda, abbiamo visto gente fantastica. Scarlett Johansson stata incredibile. È stato un provino grandioso, dico sul serio. Ma il problema con Scarlett è che non aspetti altro che si tolga i vestiti di dosso”. Al contrario il personaggio protagonista, l’hacker Lisabeth Salander, ha tutt’altre caratteristiche fisiche. Aggiunge infatti ancora Fincher “Continuo a cercare di spiegare che Salander dovrebbe essere come E.T. Se mostri una bambola di E.T. Prima che qualcuno abbia visto il film, direbbero “Cos’è questa cosetta molliccia?” Beh quando si nasconde sotto il tavolo e afferra i Reese’s Pieces, lo adori. Deve essere così“. Per questi motivi la scelta finale è caduta su Rooney Mara, attrice dalle fattezze decisamente androgine, che aveva già lavorato con Fincher in The Social Network e che sarà tra le protagoniste del nuovo film di Spike Lee, il remake del film coreano Old Boy. Insomma per la povera Scarlett una volta tanto la forma non si è fatta sostanza. Speriamo non diventi regola.

Simone Ranucci