Ipo: Groupon punta a raccogliere fino a 540 milioni di dollari

Groupon rivede le sue stime circa la somma che intende raccogliere con l’Ipo.
Il gruppo di vendite online, alle prese anch’esso con le turbolenze dei mercati azionari e condizionato dall’uscita di dirigenti di primo piano e da forti dubbi sul proprio modello di business, ha fatto sapere ieri di stimare una raccolta fino a 540 milioni di dollari, meno di quanto inizialmente programmato. La società, si legge in una nota, ha in programma di vendere 30 milioni di azioni a un prezzo unitario tra 16 e 18 dollari, per un ammontare complessivo tra 480 e 540 milioni a seconda della domanda.

Le cifre e le aspettative. La prossima settimana si preannuncia cruciale in vista dell’Ipo del sito di vendite online. Groupon lancerà, infatti, il roadshow per sollecitare i potenziali investitori ad acquistare i titoli oggetto dell’offerta. Durante il roadshow parleranno l’Ad Andrew Mason, il Cfo Jason Child e il responsabile di prodotto Jeff Holden. Lo scorso giugno Groupon aveva fatto sapere di puntare a raccogliere 750 milioni di dollari con l’Ipo, ma da allora i mercati azionari sono crollati e sono diventati molto più volatili. La società, inoltre, quest’anno ha perso due chief operating officer e alcuni analisti hanno addirittura messo in discussione la vitalità economica del business.
Tutto ciò hanno reso l’Ipo di Groupon ancor più importante per l’intero settore web. Se l’operazione avrà successo ciò farà da apripista anche per le altre società che stanno pensando a sbarcare in borsa, come il colosso dei social game Zynga e il social network Facebook.

M.N.