Moto2, Malesia: Luthi in pole seguito da Bradl. Marquez penultimo

Moto2, pole Malesia – Partiamo dalla pole position del ritrovato Thomas Luthi. In una Moto2 completamente rapita dal duello iridato tra Marquez e Bradl, lo svizzero piazza la sua Suter davanti a tutti, confermando il buono ritmo visto nell’ultimo turno di libere. Pareva essere una annata triste questo suo 2011 ed invece, proprio nell’ultimo quarto del campionato, è tornato a viaggiare con i migliori della serie interpretando più la volte la parte del terzo incomodo. Dietro di lui troviamo subito il tedesco Stefan, bravissimo a ritrovare la giusta prestazione dopo il momento no di Motegi, giocandosi sino in fondo questo titolo mondiale. Stefan rimane concentrato su sé stesso, evitando tensioni e sopratutto non sottovalutando il potenziale di una Marquez ora alle prese con grossi problemi fisici.

Marquez infortunato – Nessuno poteva pensare ad un finale di stagione così travagliato per il nuovo idolo spagnolo. Dopo essere incredibilmente riuscito a neutralizzare tutto il distacco di punti iridati nei confronti del pilota della Kalex, è cominciato un breve ma intenso periodo funestato da incidenti ed infortuni. In Australia il bruttissimo tamponamento dal quale non solo ne è uscito malconcio ma ha dovuto subire una penalità partendo in ultima posizione (salvo poi centrare comunque il podio). Adesso in Malesia altro brutto volo nelle libere causa tratto di pista bagnato e week-end inesorabilmente segnato. Il collo, la spalla e la testa fanno talmente male da costringerlo a compiere solo un giro di qualificazione per poi tornare in hotel, sperando di ritrovare una discreta forma per il forsennato recupero che lo aspetta domani.

Gli italiani – Con Marc fuori dai giochi la griglia riserva molte sorprese, tra cui il bellissimo terzo tempo del nostro Michele Pirro, visibilmente contento: “Sono felice di essere qui, ringrazio il mio team e gli sponsor e saluto gli amici delle Fiamme Oro. Spero di fare una bella gara domani ” Buon quarto tempo per Yuki Takahashi sempre più vicino al debutto in Moto1 con la CRT gestita dal team di Fausto Gresini, mentre Claudio Corti riesce a precedere Scott Redding in ottava posizione. Non bene il recente trionfatore a Phillip Island Alex De Angelis, chiuso tra la decima piazza di Mattia Pasini e la dodicesima di Rabat, finalmente in grado di togliersi dalla medio-bassa classifica. Iannone segue subito dietro, per nulla contento del set-up trovato sulla sua moto e forse distratto dalle voci che lo vedono già l’anno prossimo nella classe regina. A seguire a griglia di partenza:01)Thomas Luthi 02)Stefan Bradl 03)Michele Pirro 04)Yuki Takahashi 05)Pol Espargaro 06)Aleix Espargaro 07)Mika Kallio 08)Claudio Corti 09)Scott Redding 10)Mattia Pasini 11)Alex De Angelis 12)Tito Rabat 13)Andrea Iannone 14)Simone Corsi 15)Max Neukirchner 16)Anthony West 17)Mike Di Meglio 18)Jules Cluzel 19)Kenan Sofuoglu 20)Dominique Aegerter 21)Joan Olive 22)Raffaele De Rosa

Riccardo Cangini