Quarto Grado: Claudia Ornesi era una donna realizzata e piena di voglia di vivere

Quarto Grado, il caso di Crema. A Quarto Grado, in diretta su Retequattro, ieri sera, venerdì 21 ottobre 2011, ha colpito molto la testimonianza di Luisella Spoldi, la migliore amica di Claudia Ornesi. Claudia Ornesi fu trovata morta, nella sua casa a Crema, insieme alla figlioletta Livia di 2 anni, dal papà di lei, la mattina del 22 luglio scorso. Inizialmente si ipotizzò facilmente un omicidio – suicidio. In seguito è stato arrestato Maurizio Iori, primario oculista di 49 anni, ex compagno di Claudia e padre di Livia, con l’accusa di aver narcotizzato e poi ucciso con il gas Claudia e la piccola.

Il ricordo della migliore amica di Claudia. Luisella Spoldi ricorda l’amica: “Era una ragazza dolcissima, solare pura, estroversa e piena di voglia di vivere”. Poi racconta che per Claudia la maternità è stato il dono più grande. “Era una donna realizzata, sostenuta da una fede immensa. Non abbiamo mai pensato, amici e famiglia, che fosse stato un atto dettato dalla sua volontà, non avrebbe mai potuto compiere un gesto del genere per l’amore verso la vita e in particolare per l’amore che aveva per sua figlia.

Come un film horror. Il gip di Crema Antonio Ferrari ha emesso l’ordinanza contro Iori e ha definito addirittura “terrificante” la personalità dell’indagato e del suo presunto duplice omicidio ha scritto: “E’ un diabolico piano di morte degno di un horror thriller che nemmeno il più sofisticato degli scrittori di romanzi gialli poteva concepire nella sua complessa brutalità”.

Caterina Cariello