Tv Talk: Stefano Bollani contro i talent show

Oggi pomeriggio su Rai 3. Puntata Interessante quella di Tv Talk che è andata in onda oggi pomeriggio, sabato 22 ottobre 2011, su Rai 3. Il programma di Rai Educational ha offerto parecchi spunti per aprire numerosi dibattiti. Dopo l’analisi della presenza su tutti i media delle notizie riguardanti gli scontri a Roma, Massimo Bernardini, il conduttore del programma, ha cambiato argomento introducendo un altro suo ospite tramite il filmato del suo nuovo programma.

Stefano Bollani. Il musicista jazz Stefano Bollani è ora conduttore del programma Sostiene Bollani in onda su Rai 3 la domenica sera in seconda serata. Al suo fianco Caterina Guzzanti che lo aiuta a raccontare i capisaldi della musica classica e del jazz. Ogni storia esce dalla bocca di un compositore estremamente saggio e la stessa Caterina rimane stupita definendo il compagno di avventure un koala geniale. Nel piccolo video introduttivo, mostrato da Tv Talk, i due conduttori ‘bisticciano’ sulla pronuncia della parola jazz. Si capisce fin da subito, quindi, che Bollani è un perfezionista.

Contro tutti i Talent. Successivamente, come già annunciato nelle anticipazioni, a Bollani viene mostrato un frammento della prima puntata dei provini di X Factor, il talent andato in onda giovedì sera su Sky e in replica venerdì su Cielo. Pochi secondi di filmato e Bollani è già pronto con la sua arringa. Senza peli sulla lingua sfata il mito che questi programmi stiano dando respiro alla discografia italiana. Secondo lui succede tutto il contrario. Secondo il maestro la discografia non fa altro che spremere questi ragazzi sfruttando l’onda della loro popolarità grazie alla permanenza all’interno del programma televisivo. Dopo aver distrutto ogni pensiero positivo dice anche: “Non parlo di qualità della musica, magari c’è gente che canta benissimo, i giurati sono in gamba, ma dell’idea di gara: già il Festival di Sanremo non mi fa impazzire, ma ancora di più tra ragazzi che cantano tutti canzoni diverse in maniera diversa. In base a cosa uno deve vincere e l’altro perdere?”.

Alessandra Solmi