A Domenica Cinque, Max Biaggi: La morte di Simoncelli è surreale

Max Biaggi, Simoncelli –La morte di Simoncelli è surreale“. Queste le parole di un Max Biaggi emozionato che è intervenuto poche ore fa telefonicamente nel contenitore domenicale di Canale 5 con Claudio Brachino e Federica Panicucci. Ecco le parole con le quali il campione del motociclismo Max Biaggi esprime il suo cordoglio per il giovane Marco Simoncelli, che si è spento all’età di ventiquattr’anni sul circuito di Sepang: “Siamo tutti sconvolti per questa grande mancanza, non solo il mondo dello sport. Non ci sono parole adatte in queste circostanze, preferisco il silenzio anche se è doveroso ricordarlo. L’ho avuto compagno di squadra per una sola gara e oggi tutto questo è surreale. Il mio pensiero va ai suoi familiari. Un grande saluto a Marco”.

Vicinanza di tutti – Ma non è solo Max Biaggi a ricordare Simoncelli. Il mondo dello sport, della televisione, della musica e l’intero web si è mobilitato nel ricordo di un ragazzo che amava la vita e che, dopo il successo raggiunto, era rimasto umile e uguale  a se stesso. Così commenta Jovanotti su Twitter: “Ciao Marco. Grande campione. Persona strepitosa. Energia, entusiasmo, talento, allegria, passione. Ciao Marco. Ciao Sic. Un abbraccio alla famiglia”. Ancora Melandri: “Buon viaggio Marco. Le parole non spiegheranno mai la sofferenza“.

Gianrico D’Errico