Il Terzo Polo tenta i moderati del Pdl: Aprite gli occhi

Roma – Fini: “Nessuna alleanza precostituita; difficile ragionare con chi non vuole la Tav o con chi vuole la resa dei conti con i giudici“. Casini: “Decidete a schiena dritta, prima che sia troppo tardi“. Rutelli: “Berlusconi punta ad arrivare a Natale. Serve governo di responsabilità“.

I malumori del Pdl – I forti malumori in casa Pdl e le incertezze sulla tenuta della maggioranza, sono i punti cruciali che il Terzo Polo cerca di sfruttare per far cadere il governo.
La convention, tenutasi a Lecce, rappresenta, infatti, l’ultimo invito a quei dissidenti che sarebbero pronti a mollare il premier per aprire la strada ad un governo di larghe intese o alle elezioni.

L’appello di Fini – Fini, parlando di alleanze, ha ribadito che il Terzo Polo andrà verso le elezioni “senza alleanze precostituite. Abbiamo un’enorme difficoltà a ragionare con una certa sinistra lontana da noi, ma non è affatto scontato che l’altro grande polo sia l’interlocutore. Noi abbiamo obiettive impossibilità a ragionare con chi ritiene che la Tav sia inutile o che non si possa liberalizzare o che la riforma delle pensioni sia un tabù. A ragionare, cioè, con una sinistra lontanissima in termini culturali e programmatici“.
Il Terzo Polo è aperto al contributo di tutti quei parlamentari del Pdl che devono aprire gli occhi: ora o mai più. Con quattro o cinque voti non si governa, si vivacchia. Questa è l’ultima chiamata“.

Casini: Basta superuomini – Appello simile a quello di Fini, viene lanciato da Casini: E’ ora di finirla con i superuomini, quelli che pensano che il mondo finisce quando finiscono loro. I cimiteri sono pieni di gente che si riteneva indispensabile“, attacca Casini.
Poi si rivolge direttamente ai moderati del Pdl: “Aprite gli occhi, decidete a schiena dritta se non volete diventare capri espiatori del fallimento berlusconiano” in una fase in cui “anche le migliori aspettative suscitate dall’elezione di Alfano alla segreteria stanno venendo meno. Se pensate di salvarvi con le alchimie vi ritroverete sulla nave di un’illusione che va a fondo“.
Poi rivolgendosi al Pd: “Siamo stanchi di sentire alcuni amici del Pd dire che noi dobbiamo decidere. Amici del Pd, noi abbiamo già deciso: siamo per un centrodestra moderno e con l’illusione del berlusconismo abbiamo finito quando si è capito che la rivoluzione liberale non si sarebbe mai vista e che tutto era finalizzato alla difesa di una sola persona e che la politica non contava più niente“.

Rutelli: Premier punta ad arrivare a Natale –
Il leader di Api, Francesco Rutelli, si unisce all’appello di Fini e Casini: “Occorre un governo di responsabilità per il Paese e per affrontare le sfide dell’economia. Berlusconi tenta di arrivare a Natale perché sa che la sua coalizione non reggerà. Sono divisi. Non ce la possono fare loro e non ce la può fare una sinistra sempre più spostata a sinistra. A Verona tireremo le somme“.

Matteo Oliviero