Lindsay Lohan dopo le manette finisce all’obitorio

Lindsay Lohan, arresto. Sembra siano destinate a non finre mai le grane per la bad girl di Hollywood Lindsay Lohan (Mean Girl, Radio America, Bobby). Infatti dopo che venerdì scorso era  addirittura finita platelamente in manette davanti ai fotografi di mezzo mondo, ora come pena le toccherà fare le pulizie in un obitorio di Los Angeles. Il provvedimento scioccante era stato preso dal giudice Sautner dopo che la dive si era rifiutata di lavorare nel centro per donne abbandonate a cui era stata assegnata in seguito all’ennesiam condanna per furto. L’attrice e cantante aveva definito il lavoro nella struttuta “poco appagante”.

Condanna. Ed ecco allora che l’ira della giustizia americaca si è scagliata impietosa sulla Lohan. Infatti in questo caso il giudice ha pensato bene di non andare troppo per il sottile ordinando all’agente di prendere in consegna la ragazza seguendo la normale procedura nei tribunali americani. Cioè manette. Nel video infatti vediamo la Lohan con il volto pesantemente allucinato sottoporsi alla procedura di ammanettamento in evidente stato di shock. Comunque fortunatamente per lei nemmeno stavolta le toccherà visitare le patrie galere, che come si sa, in America non sono certo dei centri vacanze. Le è stata concessa diciamo così un’ultima possibilità. Quella di prestare servizio come addetta alle pulizie in un obitorio di Losa Angeles. Letteralmente dalle stelle alle stalle dunque, e chi sa che la vicinanza con la morte (altrui) non riesca a far scattare in Lindsay qualche sentimento di redenzione. La sua carriera in fondo non era che agli inizi. E l’America è il paese delle seconde opportunità, dicono.

Simone Ranucci.