Lite in diretta a L’Ultima Parola: Paragone Vs Stracquadanio

Lo scoppio della lite – Litigata furibonda durante la diretta de L’Ultima Parola, programma di attualità ed approfondimento, in onda Rai 2, presentato da Gianluigi Paragone. A provocare la lite sono stati proprio il conduttore, ex direttore della Padania ed ex vicedirettore di Libero, e il deputato del Pdl Giorgio Stracquadanio, ospite della puntata. La rissa è scoppiata quando il deputato del Pdl, rivolgendosi ad una ragazza che era intervenuta nel pubblico durante una discussione, ha concluso il suo intervento con un attacco personale al conduttore del programma. “Il nostro conduttore di stasera si sta preparando il futuro” – facendo intendere chiaramente che il conduttore è pronto per cambiare parte politica e passare con i possibili futuri vincitori.

Il cambiamento di Paragone – Paragone, che recentemente non ha fatto mistero della sua insofferenza nei confronti del Premier Berlusconi e dell’attuale governo, oramai non ce la fa più a farsi dare del traditore, e scoppia in diretta.  “La Rai non è della politica, piantatela. La Rai non è vostra. Sono arrivato qui con il voto del centrodestra, ma qui (toccandosi la testa) non ho il cartellino del prezzo” – questa la dura replica che Paragone ha dato a Stracquadanio, dopo l’ennesima provocazione nei suoi confronti. Giorgio Stracquadanio ha continuato però imperterrito, durante la discussione, ad insinuare che Paragone ha già tradito il centrodestra per passare con i prossimi dirigenti Rai, insistendo a dire al conduttore che “si è già riposizionato”. Paragone allora, incitato anche dagli applausi del pubblico in studio, ha risposto al deputato esponente del Pdl (quasi come se fosse stato il miglior giornalista di sinistra – ricordiamo che Paragone è un fermo giornalista di centrodestra da sempre): “Dico queste cose perché avete sbagliato tutto. Sono un giornalista, un professionista. Mi sono stufato di sentirmi dire che sono un traditore” . Ma le ragioni del conduttore non hanno convinto affatto Stracquadanio che ha concluso la vicenda accusando il conduttore di “santoreggiare”.

Maria Rosa Tamborrino