Facebook difende Valentino Rossi

La rete difende Valentino– Nella giornata di oggi si sono susseguiti commenti al veleno relativamente alla frase attribuita a Valentino Rossi in merito alla morte del suo amico Marco Simoncelli. La trascrizione di un’intervista attribuiva a lui il commento di dubbio gusto che davanti a certi eventi bisogna andare avanti e passarci sopra.

Facebook indignata – A seguito della frase, accreditata a un uomo sconvolto dalla perdita di un fratello minore, come più volte Rossi aveva definito il giovane  Simoncelli, oltre che attanagliato dal senso di colpa per essere stato a sua volta uno dei piloti coinvolti nell’accaduto, si è scatenato un tam tam di commenti denigratori nei confronti dell’umorismo di basso livello di chi, oltre che osare pronunciare battute di pessimo gusto relativamente a una tragedia come quella di Sepang, si permette anche di spacciarsi per una persona, prima che un campione mondiale, il cui dolore dovrebbe essere rispettato.

Non sono parole di Valentino – Così difende la rete il suo beniamino, condannando chi si prende gioco delle sofferenze degli altri, soprattutto nei confronti di chi dovrà convivere con la consapevolezza di aver contribuito, pur senza volerlo, alla tragedia consumatasi ieri mattina ai danni di un ragazzo che considerava il suo degno e rispettabile erede.

Marta Lock