Moto Gp: l’ultimo saluto di Simoncelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:25

L’ultimo sorriso – L’ultima immagine di Marco Simoncelli senza il casco,  lo stesso che abbiamo visto rotolare sull’asfalto un istante dopo la sua caduta, ce lo mostra sorridente mentre mostra al mondo lo striscione che pubblicizza il suo nuovo sito internet, con l’asciugamano giallo in testa a nascondere la sua cascata di riccioli e il cerotto sul naso, sorridente con la vittoria come obiettivo.

La caduta – Niente faceva immaginare ciò che di lì a poco tempo sarebbe successo, una fatalità, una caduta come se ne verificano tante nei circuiti motociclistici, ma che ieri ha strappato a lui la vita e la possibilità tanto sognata di continuare a vincere, e al mondo una promessa, un talento considerato erede dell’altro grande orgoglio italiano: Valentino Rossi.

La disperazione di Valentino – E il destino ha voluto che tra i piloti coinvolti nell’incidente ci fosse proprio lui, Valentino Rossi,  che senza ombra di rivalità l’aveva pubblicamente accettato come suo erede, oltre ad esserne diventato amico nella vita privata fin quasi a considerarlo un fratello minore.

Il gelo nel circuito di Sepang – Fin dai primi istanti è stata evidente la gravità dell’incidente, al punto da far calare un sinistro gelo su tutto il circuito. Inutili i tentativi dei medici di rianimarlo, la giovane promessa della moto mondiale ha lasciato la vita dopo 45 lunghi minuti in cui si è cercato disperatamente di tenerlo appeso al sottile filo che lo teneva in vita.

Coriano aspetta la salma Il paese intero, quello che lo vedeva come un eroe, aspetta la salma che giungerà in Italia domani, e il Comune ha deciso di allestire la camera ardente all’interno dei propri locali, per contenere l’affluenza di persone che vorranno regalare un ultimo saluto a quel ragazzo riccioluto e sorridente, il cui talento e successo non avevano fatto dimenticare la semplicità.

Marta Lock

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!