Serie A, Inter-Chievo 1-0: decide un colpo di testa di Thiago Motta

Inter-Chievo 1-0 – Prima vittoria casa in gare ufficiali in questa stagione per l’Inter, che supera 1-0 il Chievo. I nerazzurri interrompono così anche il digiuno di gol in casa che durava dallo scorso 22 maggio. Ci pensa Thiago Motta con un perentorio stacco di testa alla mezz’ora del primo tempo a mandare ko i clivensi. Dopo un inizio un pò sornione, l’Inter sale in cattedra e inizia a martellare gli avversari grazie anche a uno Sneijder davvero in palla. Sua la punizione che provoca il corner, battuto sempre dall’olandese, dal quale arriva la rete decisiva. Nella ripresa è Maicon a trascinare i suoi e a rendersi pericoloso in più circostanze senza trovare però il gol. I nerazzurri mostrano una compattezza difensiva che ricorda quella dei tempi migliori. Ne consegue che il Chievo non porta quasi mai pericoli alla porta di Julio Cesar. Con questa vittoria, la seconda in campionato, i nerazzurri si portano a quota 7 e si tirano fuori dalla zona retrocessione.

Thiago Motta gol partita – Niente turn-over per Ranieri che conferma lo stesso undici che ha battuto il Lille con Sneijder a ispirare Zarate e Pazzini. Resta in panchina Diego Milito. Qualche cambiamento tra le fila del Chievo: in difesa c’è Frey al posto dell’infortunato Sardo, in mezzo Vacek al posto di Rigoni e in attacco c’è Paloschi al fianco di Pellissier con Cruzado a supporto. L’inizio del match è tutt’altro che esaltante con un’Inter compassata e prevedibile e un Chievo che fa buona guardia. Ci pensa Sneijder al 29′ a suonare la carica con una sassata dalla distanza che si spegne fuori di poco. Al 33′ l’olandese ci riprova su punizione e Sorrentino vola a deviare in angolo. Sul corner successivo, c’è lo stacco perentorio a centro area di Thiago Motta che insacca alla destra di Sorrentino. Due minuti dopo Inter vicina al raddoppio: Sneijder serve Pazzini, ma il suo pallonetto a scavalcare il portiere si spegne fuori. Al 38′ tiro deviato di Zarate e Sorrentino si rifugia ancora una volta in corner. Nel finale di tempo, l’unica occasione per il Chievo con un sinistro a incrociare di Hetemaj che sorvola la traversa.

Inter sempre pericolosa – Nella ripresa, l’Inter prova, ma senza riuscirci, a chiudere il match. Il più pericoloso dei nerazzurri è Maicon che gioca in pratica da attaccante aggiunto. Al 12′ il brasiliano ci prova dalla distanza: palla fuori non di molto. Di Carlo vuole dare una scossa ai suoi e inserisce una terza punta: Thereau entra al posto di Hetemaj. Ma è ancora l’Inter ad andare vicina al gol: bella triangolazione Maicon-Pazzini con tiro del brasiliano di poco alto. Esce intanto Sneijder, calato alla distanza, ed entra Stankovic. Nel Chievo invece c’è Moscardelli per Paloschi. Al 28′ ancora Maicon pericoloso: dopo una sgroppata delle sue, il Colosso colpisce la traversa con un destro dal limite, sulla respinta c’è Cambiasso che ci prova al volo e manda fuori di un niente. Al 36′ Stankovic libera in area Castaignos (appena entrato al posto di Pazzini), ma il giovane belga calcia su Sorrentino. Un minuto dopo, si vede finalmente il Chievo con un sinistro a giro di Moscardelli che Julio Cesar alza sulla traversa. Al 41′ è Stankovic ad andare vicino al gol con un destro a giro che sfiora il palo. E’ l’ultima occasione di una gara che si chiude dopo cinque minuti di recupero.

Miro Santoro