Censurato ai minori di 14 anni il film della Comencini “Quando la notte”

Censura, Quando la notte – E’ stato vietato ai minori di 14 anni, il film di Cristina Comencini, “Quando la notte”, nelle sale dal 28 ottobre. Il film, interpretato da Claudia Pandolfi e Filippo Timi, aveva ricevuto qualche critica anche al Festival del Cinema di Venezia, da parte della critica. A prendere la decisione è stata la VII Commissione del ministero del Beni Culturali che ha motivato la decisione soprattutto per “la violenza inquietante della madre sul suo bambino”. “La violenza della madre sul suo bambino è inquietante – si legge nella motivazione – perché tratta di una madre normale che, spinta dallo stress, diventa violenta verso il figlio pur non volendolo. Si ritiene che il vuoto della volontà di una madre normale ingenera inquietudine nei minori di anni 14?.

La reazione – Subito è arrivata la reazione della regista, la quale ha affermato che si tratta di una «decisione inaccettabile volta a nascondere la realtà dei sentimenti profondi delle madri verso i loro figli. Lo stesso uso dell’aggettivo “normale” è un’offesa per tutte le donne». «Ogni donna che ama suo figlio, come è la protagonista del film – ha proseguito la regista – conosce e vuole raccontare la realtà del rapporto con i figli con verità senza nascondersi dietro ai clichè. Per questo rifiutiamo la motivazione per ragioni artistiche, etiche e sociali. Crediamo che il film sia importante anche e soprattutto per i giovani che un domani saranno genitori».

Donatella Donato