Licenziamenti in Peugeot: stime troppo alte, taglieremo i posti di lavoro

Piano di riduzione dei costi“Le stime degli utili dell’azienda sono state troppo alte e dobbiamo ritoccarle al ribasso, questa riduzione comporterà probabilmente anche dei tagli alla forza lavoro” così il direttore finanziario di Peugeot, Frederic Saint-Geours ha annunciato nella giornata odierna, aggiungendo di avere l’esigenza di ridurre i costi per un totale di 800 milioni di euro entro il 2012. Le figure professionali che verranno tagliate saranno quelle non direttamente legate alla produzione, delle quali la Peugeot si avvale tra personale in forza all’azienda e società esterne.

Il sindacato non ci sta – Durissima la reazione del rappresentante del maggiore sindacato dei lavoratori, il Cgt (Conferderation general du travail) che non vede un’esigenza del genere vista l’ottimo stato di salute econominca dell’azienda. Ma il direttore finanziario ribatte che le vendite auto sono calate dell’1,6% facendo scendere di molto l’utile complessivo dell’anno. Anche in borsa il gruppo Psa Peugeot Citroen, a seguito dell’annuncio di Saint-Geours, ha perso inizialmente del 5% circa, ma successivamente è riuscito a risalire del 2,6%.

Impennata produttiva in Brasile – Lo stabilimento di produzione di Porto Real, in Brasile, ha registrato invece un’impennata produttiva , facendo nascere l’esigenza di aumentare di circa 60mila unità la forza lavoro attualmente in essere. Il Brasile infatti risulta essere uno dei mercati più floridi del colosso francese.

Marta Lock