Liguria e Toscana flagellate dalle alluvioni

Monterosso nel fango – Un fiume di fango, provocato dalle piogge incessanti che da ieri sera si sono abbattute sulla Liguria,  ha raggiunto il primo piano delle case di Monterosso, una delle località più apprezzate e visitate delle cinque terre, che oggi presenta il volto spettrale della devastazione della natura. Si sta ancora cercando il corpo del volontario del Comune travolto mentre cercava di liberare i tombini. Borghetto Vara, un piccolo paese in provincia di La Spezia è stato inondato dalla tracimazione del fiume omonimo, e nella frazione di Cassana si cercano tra le macerie due persone scomparse dopo il crollo di una casa.

Dispersi in mare – Tre persone risultano disperse in mare a Vernazza, i soccorritori e la capitaneria di porto stanno ancora effettuando le ricerche. Anche la Toscana è stata flagellata da alluvioni e tracimazioni al punto da far dichiarare al presidente della regione lo stato di emergenza.

Aulla evacuata – La cittadina in provincia di Massa Carrara sono ben 300 le persone costrette ad abbandonare le abitazioni, in alcuni casi crollate a causa del fiume di fango che le ha travolte, che hanno trovato rifugio nel palazzetto dello sport. I carabinieri hanno fermato alcune persone che tentavano di saccheggiare le case e i negozi abbandonati, e semidistrutti dalla furia dell’acqua. Nel piccolo paese di Parana, sempre in provincia di Massa Carrara, si stanno effettuando le ricerche di 50 anziani che risultano scomparsi dalla serata di martedì.

Marta Lock