Berlusconi chiede l’appoggio delle opposizioni

Riforme necessarie – A seguito della lettera di intenti per risolvere la crisi economica che sta affrontando il paese, e dopo essersi a lungo scontrato con l’alleata Lega sull’argomento pensioni, finalmente il governo è riuscito a incassare un parere positivo da parte della Commissione Europea, la quale però ha chiesto una tabella ufficiale di marcia riguardo alle tempisiche di approvazione dei disegni di legge.

Uniti nell’interesse dell’Italia“Ora chiedo alle opposizioni l’appoggio per far approvare i disegni di legge, che non devono essere oggetto di diatriba politica, in quano sono misure indispensabili per il paese. Dobbiamo tutti avere come priorità il bene dell’Italia”. In effetti l’appoggio delle forze politiche esterne alla maggioranza di governo risulta indispensabile all’approvazione dei decreti necessaria per non perdere credibilità di fronte agli altri stati membri dell’Ue, viste le profonde spaccature che si sono create negli ultimi giorni con gli alleati del Carroccio.

Date da rispettare“Ci siamo esposti davanti alla Commissione Ue dando delle tempistiche per realizzare le misure, ora ci chiedono delle date in cui prevediamo che il parlamento riesca ad attuare le riforme” sottolinea Berlusconi, e le parole di questa mattina del presidente della Commissione Ue, Barroso, lo confermano “L’Italia dovrà fornirci un calendario preciso e coerente per l’attuazione di questi impegni e dovrà mantenerlo.”

Marta Lock