Serie A, Novara-Siena 1-1: Gemiti replica a Calaiò

Novara-Siena 1-1 – Pari e patta. La sfida del “Silvio Piola” tra Novara e Siena si chiude sull’1-1. Un risultato frutto del vantaggio ospite di Calaiò, bravo a toccare sottomisura al 17′, e del pareggio di Gemiti, con un gran sinistro dal limite dell’area. Il pari finale è risultato giusto: nonostante le numerose seconde linee, gli ospiti hanno giocato un ottimo primo tempo, salvo poi calare nella seconda parte di gara. E’ a quel punto che è venuto fuori il Novara, agevolato anche da un atteggiamento troppo rinunciatario dei toscani. Vista la classifica, può gioire di più Sannino: con 10 punti e due sole sconfitte in queste prime otto gare, il suo Siena continua il suo super campionato, e può prendere con soddisfazione il punto di Novara. Va meno bene a Tesser che, dopo due ko consecutivi, aveva assoluto bisogno dei tre punti: la gara di domenica a Lecce rischia di essere già decisiva.

Siena più organizzato – Il Novara torna al modulo a due punte: a far coppia con Meggiorini c’è Jeda. In mediana gioca Giorgi, il terzino sinistro è Garcia. Sannino, come previsto, fa molto turnover, ma non cambia i due davanti: come contro il Cesena le punte sono Calaiò e Gonzalez. Sono i toscani ad iniziare meglio il match. Del Grosso ci prova su calcio piazzato, palla alta non di molto. Destro di Bolzoni dal limite dell’area, Fontana fa suo il pall0ne con qualche apprensione di troppo. La prima occasione per i padroni di casa capita sui piedi di Jeda: botta da fuori, blocca Brkic. In campo, però, il Siena sembra molto più organizzato e convinto, e al 17′ trova il gol del vantaggio: Angelo crossa da destra, leggera deviazione di Centurioni su cui Fontana respinge come può, sul pallone arriva Calaiò che insacca. Per il Novara il gol è una mazzata. Il pubblico inizia a rumoreggiare e in campo i ragazzi di Tesser ne risentono. Così il Siena prova ad approfittarne in contropiede, ma il sinistro rasoterra di Gonzalez viene respinto da Fontana. L’ultima palla gol della gara è la più nitida per il Novara: punizione-cross di Pinardi, Jeda stacca bene di testa ma non inquadra lo specchio della porta.

Gemiti entra e pareggia – La ripresa si apre con Gemiti al posto dello spaesato Garcia: un cambio che si rivelerà azzeccato. In campo c’è un Novara molto diverso. Già al 4′ Jeda, ben assistito da Meggiorini, calcia a botta sicura da centro area ma trova il corpo di Pesoli. Poi è Rigoni, uno dei migliori in campo, a impegnare Brkic con una belle conclusione dal limite. Il Siena soffre, ma tutto sommato regge. Calaiò prova il sinistro al volo da fuori: palla fuori bersaglio. A 20′ dalla fine Sannino fa il cambio che di fatto consegna il pallino del gioco ai padroni di casa: fuori Gonzalez, un attaccante, dentro Terzi, un difensore centrale. Da quel momento in campo c’è solo il Novara. Mazzarani ci prova dai 20 metri, Brkic blocca senza problemi. Su azione da corner, Paci colpisce bene di testa ma il pallone termina alto di un soffio. Ennesima iniziativa di Rigoni, ennesimo tentativo da fuori ben parato da Brkic. Al 35′, a forza di spingere, il Novara trova il pari: Mazzarani batte un corner verso il limite dell’area, Gemiti controlla e di sinistro infila all’incrocio dei pali. Dopo una gara di sofferenza, il “Piola” può finalmente esplodere. Nel finale di gara i ragazzi di Tesser continuano a spingere, senza però trovare sbocchi: la partita si chiude sull’1-1.

Pier Francesco Caracciolo