Libia, La Nato conferma il 31 ottobre come data della fine della missione nel Paese

Il messaggio di Radmussen- Al termine di una riunione del Consiglio Atlantico a Bruxelles -alla quale hanno preso parte anche i cinque paesi non membri che hanno partecipato all’operazione in Libia (Qatar, Emirati Arabi, Marocco, Giordania e Svezia)- la Nato ha ufficialmente confermato il 31 ottobre come data della fine della missione nel paese. A renderlo noto con un messaggio sulla rete sociale Twitter, è stato il segretario dell’Alleanza Atlantica, Anders Fogh Rasmussen. Nei giorni scorsi, il Consiglio nazionale di transizione del paese africano aveva chiesto alla Nato di rimanere fino alla fine dell’anno.

“Il nostro lavoro militare è finito – ha scritto Rasmussen- Unified Protector e’ una delle operazioni di maggior successo nella storia della Nato. Abbiamo rispettato pienamente lo storico mandato delle Nazioni Unite per proteggere la popolazione della Libia, di far rispettare la no-fly zone e l’embargo sulle armi”. Il segretario dell’Alleanza Atlantica ha inoltre sottolineato che “Naturalmente hanno ancora molto lavoro da fare, per costruire una nuova Libia fondata sulla riconciliazione, i diritti umani e lo stato di diritto. Una Libia democratica per tutto il suo popolo. Ma il mondo sta con loro. E la Nato è pronta ad aiutare, se necessario e richiesto, a riformare le istituzioni di sicurezza e difesa di cui tutte le democrazie hanno bisogno per restare libere e sicure”, ha concluso Rasmussen”.
Annastella Palasciano