Napolitano riceve Bini Smaghi

Il caso“La vicenda sta diventando un caso politico che mette in crisi gli accordi presi con un paese amico come la Francia”, è più o meno così che Berlusconi si è espresso relativamente alla spinosa questione. Secondo gli accordi presi con il governo dei nostri cugini d’oltralpe, la nomina a Presidente della Bce di Mario Draghi sottintenderebbe la rinuncia alla poltrona occupata dall’altro membro della banca, appunto l’economista Bini Smaghi. Il rifiuto del banchiere a lasciare il posto ad un collega francese ha causato la spaccatura tra i due governi coinvolti.

Bini Smaghi al Quirinale – E’ a colloquio al Quirinale con il Presidente Napolitano, il quale farà leva sul senso dello Stato dell’economista, e l’uomo dopo aver subito le forti pressioni di Berlusconi sulla faccenda, sembrerebbe vicino a lasciare il suo posto alla Bce. Napolitano si dice fiducioso sulla capacità del banchiere di comprendere la delicatezza della situazione e di aiutare il governo italiano a far sbloccare la scomoda situazione che si è creata.

Sarkozy attende una conclusione – Entro la fine di questa settimana, secondo gli accordi presi con Berlusconi, la Francia, nella persona del suo capo di Stato Nicholas Sarkozy, attende una soluzione alla spinosa faccenda, per poter così procedere all’insediamento nel board della banca il rappresentante francese designato.

Marta Lock