Scossa di terremoto tra Veneto e Trentino, allertata Protezione Civile

La terra ha tremato di nuovo. Una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 della scala Richter, con epicentro tra Avio e Ala, è stata registrata questa mattina alle 6.13 dai sismografi italiani. La scossa, che ha interessato tutto il Trentino, ma anche l’Alto Adige ed il bellunese, è stata avvertita distintamente dalla popolazione, che ha allertato immediatamente i vigili del fuoco.

Allertata la Protezione civile – Centinaia le telefonate arrivate al comando dei vigili, che stanno procedendo a verifiche più approfondite, di concerto con i sindaci delle aree interessate, per accertare se strutture portanti, abitazioni ed altre costruzioni possano presentare situazioni di rischio. Non si sono, perfortuna, riscontrati danni a cose o persone: i cittadini di Trento, ma anche del Veneto, spaventati, hanno solo chiesto rassicurazioni ai vigili del fuoco. Molti di loro hanno spiegato di essersi svegliati, questa mattina, proprio a causa della forte scossa, che ha gettato tutti nel panico. Maggiori verifiche verranno, comunque, condotte nelle prossime ore. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, in costante contatto con gli uomini della Protezione Civile, ha ringraziato quanti, tecnici e volontari, si sono prodigati, fin dalla prime luci dell’alba, per far fronte all’emergenza. «Il nostro sistema di Protezione civile è attivo sin dalle ore 6.15 di stamane per affrontare le eventuali problematiche che derivassero dal terremoto che si è verificato nella zona di Ala-Avio, coadiuvato anche da numerosi volontari, che ringrazio per il loro grande impegno. -ha commentato Zaia – Lo stato di allerta dei nostri uomini proseguirà per tutto il tempo necessario». «Le verifiche subito effettuate – ha aggiunto – hanno fortunatamente portato ad escludere danni alle persone o danni evidenti alle cose, ma i controlli continueranno fino a che l’intero territorio interessato non sarà completamente monitorato». Secondo i tecnici della protezione civile regionale, il sisma è stato avvertito, con diversa intensità, pressochè in tutto il territorio veneto. L’intero sistema rimarrà operativo 24 ore sino a cessate esigenze.

Francesca Theodosiu