Edison passa ai francesi. Ad A2A e Iren il polo idrico verde

Il riassetto di Edison, dopo mesi di discussioni, rinvii, proposte e contro-proposte, è più vicino. I soci italiani, riuniti in Delmi ed Edf, hanno raggiunto lo scorso giovedì notte a Parigi un’intesa di massima. Ora toccherà ai Cda delle aziende coinvolte esaminare e approvare l’accordo. In assenza di note ufficiali, secondo alcune fonti vicine al dossier, la proposta prevede che la maggioranza di Edison passi ai francesi, attraverso i soci italiani riuniti in Delmi, una way out certa a tre anni legata a una opzione put, e lo spacchettamento di Edipower fra gli attuali azionisti Edison, A2A e Iren. Restano i dubbi sulla posizione della svizzera Alpiq che alcuni giorni fa ha siglato un accordo con Edf per cedere la propria quota del 20%.

Proposte e contro-proposte. Non è passata l’ultima proposta di Edf che prevedeva oltre a Edison, anche il controllo totale di Edipower. Edipower, nello specifico, passerà ai francesi, ma con due centrali in meno. Dovrebbe essere confermata anche la presidenza di Edison ai soci italiani che sarebbero quindi legati a Edf con un patto.  Destinata a scioglersi, invece, Transalpina di Energia, la holding che detiene il 61,3% di Edison controllata al 50% da Delmi e al 50% da Edf. A proposito dell’opzione put, i francesi avrebbero dato l’ok a legare il 25% del valore a un prezzo basato sul multiplo di Ebitda di un campione di società comparabili, quindi in contanti, mentre il restante 75% verrebbe liquidato a prezzi di mercato. Relativamente a questa percentuale, i soci italiani avrebbero la possibilità di scambiare azioni Delmi con alcuni asset eolici presenti in Edens, quarto produttore di energia rinnovabile in Italia al 100% Edison. Le centrali di Edipower, infine, sarebbero gestite attraverso la creazione di una newco, controllata per un terzo da Iren e per due terzi da A2A, nella quale saranno confluite le due centrali idroelettriche Edipower di Mese (Valtellina) e Udine. In tal modo nascerebbe il polo green delle rinnovabili italiano nel quale potrebbero confluire anche le centrali eoliche di Edison una volta che sarà liquidata la partecipazione degli italiani.

M.N.