Da oggi siamo sette miliardi, India e Filippine si contendono il primato

La disputa- La nascita della piccola Nargis, alle 7,20 di oggi 31 ottobre, è destinata a entrare negli annali. Secondo la ong Plan International è infatti lei la “baby 7 miliardi”, ovvero l’abitante numero 7.000.000.000 della terra. Ma l’India non è l’unico paese a rinvendicare questo primato. Qualche minuto prima della mezzanotte di domenica, a Manila è nata Danica May Camacho e la sua nascita è stata celebrata con una torta con la scritta “sette miliardesima”. Da temmpo gli studiosi avevano individuato l’ultimo giorno di ottobre come data del raggiungimento della soglia dei sette miliardi.

Una cifra quasi simbolica quella dei sette miliardi -data la difficoltà di individuare il numero esatto degli abitanti del nostro pianeta- ma che ben rappresenta la crescita esponenzionale degli abitanti della Terra, collegata alla preoccupante mancanza di risorse. Non a caso a contendersi il primato sono due delle nazioni più popolose al mondo. E la disputa potrebbe essere anche destinata a non risolversi, dato che c’è chi sostiene -come gli esperti statunitensi dell‘US Censu Bureau– che la soglia dei sette miliardi non è stata ancora raggiunta, e che bisognerà aspettare marzo e aprile del 2012.
Annastella Palasciano