F1, Ferrari dai due volti dopo il Gp dell’India

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:37

F1, gara particolare – Già si sapeva che la Ferrari era la terza forza in campionato, ma adesso il tutto è stato confermato anche nella classifica costruttori, con la Mclaren matematicamente sicura della seconda posizione in classifica generale. I giochi sono quasi totalmente chiusi e gli sguardi di tecnici e piloti sono sempre più rivolti al 2012. Gli uomini di Maranello continuano a sperimentare nuovi pezzi alla ricerca di dati i più possibili precisi e veritieri, riuscendo parallelamente a sfruttare la vettura al massimo, conquistando un risultato comunque soddisfacente: “E’ bello salire sul podio nel debutto della Formula 1 in Indiadice Fernando Alonso “E’ stata una giornata particolare, ricca di emozioni contrastanti. La soddisfazione per il podio non cancella infatti la tristezza che ci accompagna da giorni per la morte di due nostri colleghi come Dan Wheldon e Marco Simoncelli

Team efficace – Non si può certo gioire in un momento difficile per il motorsport intero, ma ancora una volta la squadra si è comportata egregiamente: “Siamo consapevoli che, sulla carta, noi siamo dietro alle due Red Bull e alle due McLaren: poi, se succede qualcosa di particolare, allora possiamo piazzarci sul podio. Oggi la squadra è stata fantastica riuscendo a sistemare un problema sull’ala anteriore che è stato individuato appena venti minuti prima della partenza. Al via non sono scattato benissimo e così Button è riuscito a passarmi. Poi ho cercato di rimanere vicino a Webber e, quando lui ha un po’ rallentato, mi sono fatto sotto e, rimanendo in pista un paio di giri in più di lui, sono riuscito a superarlo. Avere pazienza ha pagato. Ora andiamo ad Abu Dhabi, una gara un po’ particolare… proverò a portarmi a casa domenica sera l’unico trofeo che manca nella mia collezione

Sfogo Massa – Il collega Felipe invece non nasconde la sua contrarietà riguardo alla penalità inflittagli dopo (l’ennesimo) contatto con Hamilton: “C’è poco da dire al termine di un weekend come questo. Non riuscire a finire una gara in cui avevo dimostrato di avere il passo per lottare per il podio mi dispiace molto. Per quanto riguarda la collisione con Lewis, posso soltanto dire che non condivido la decisione degli Steward che hanno voluto punirmi. Io ho semplicemente seguito la traiettoria ideale, frenando al limite e rimanendo sulla parte gommata della pista: lui è rimasto all’interno, sulla parte sporca, e mi ha toccato sulla ruota posteriore sinistra. Che altro potevo fare? Ora meglio voltare subito pagina e pensare agli ultimi due Gran Premi dell’anno” Anche se difficilmente i valori in pista ora subiranno un vero ribaltamento.

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!