King Kong diventa opera lirica

King kong, Opera lirica – Novità nel mondo della lirica. Un classico film degli anni Trenta, King Kong, diventerà un’opera lirica. Proprio quel King Kong realizzato nel 1933 da Merian C. Cooper e Ernest B. Schoedsack, dalla storia atipica e che ha, per la prima volta, ispirato il libro. Una storia che è stata riproposta al cinema in diversi modi e che non era mai “salita” su un teatro prima d’ora. King Kong sarà musicato dal compositore Fabrizio De Rossi Re su libretto di Luis Gabriel Santiago e commissionata appositamente per il Festival OperaInCanto di Terni. L’opera sarà dunque presentata in anteprima assoluta al pubblico italiano, il 9 novembre al Teatro S. Secci di Terni.

La scelta del sottotitolo – Il sottotitolo del soggetto è: Una passione imbarazzante ai confini del mondo civile, quasi una dichiarazione in merito alla scelta degli autori. “Una grande passione è sempre in fondo imbarazzante e orgogliosamente ridicola. – spiega De Rossi Re – Non nel senso sessuale del termine (oggi il sesso non scandalizza più nessuno), quanto di un imbarazzo umano, talvolta ipocrita, nei riguardi della Natura violentata e calpestata”. Dunque si prospetta un’opera sicuramente inedita. Sarà tanta la curiosità nel vedere sul palco un kolossal come King Kong.

Donatella Donato