Pagelle Lecce-Novara: muro Carrozzieri, Fontana insuperabile

Pagelle Lecce-Novara – Finisce in parità, 1-1, lo scontro salvezza fra Lecce e Novara. Al Via del Mare i padroni di casa giocano meglio, passano in vantaggio con una zuccata di Strasser al 32′, ma si fanno raggiungere al 44′ da un rigore che Rigoni si procura e poi trasforma spiazzando Benassi. Ai padroni di casa non basta una ripresa arrembante: un grande Fontana salva il Novara e regala un punto prezioso a Tesser. Per Di Francesco lo stadio amico resta un tabù: “Oggi siamo stati spreconi – l’amarezza del tecnico giallorosso –. E’ questo l’aggettivo che più di ogni altro può rappresentare una gara in cui si è creato tantissimo, soprattutto nel secondo tempo, senza riuscire a concretizzare. Nel calcio conta buttarla dentro, ma a noi in questo periodo risulta difficilissimo. Al contrario, quello che concediamo agli altri viene sfruttato al meglio“. Tesser prova a prenderla con filosofia: “E’ stato fatto un piccolo passo avanti, muoviamo la classifica ed è un fattore importante, consapevoli delle difficoltà e della voglia di lottare di questa squadra. Nella prima parte abbiamo fatto decisamente meglio noi, nella ripresa è stata una partita aperta. Nel finale abbiamo avuto l’infortunio di Paci, gli ultimi minuti sono stati una sofferenza“.

Lecce – Carrozzieri 7: Super partita del difensore centrale di Di Francesco. Se il Novara in avanti punge con il contagocce, gran parte del merito è suo: con il suo strapotere fisico “rimbalza” Meggiorini e soprattutto Jeda, regalando una giornata di quasi assoluto relax a Benassi. Nella ripresa si spinge in avanti e sfiora il gol in un paio di circostanze: una rete che avrebbe meritato. Strasser 7, Bertolacci 6,5, Benassi 6, Oddo 6, Tomovic 6, Cuadrado 6, Muriel 6, Mesbah 5,5, Giandonato 5,5, Olivera 5, Esposito s.v., Pasquato s.v., Corvia 4,5: Unica punta dell’attacco salentino, nel primo tempo ha la scusante di una squadra che lo aiuta poco. Nella ripresa, quando i suoi partono all’attacco, fallisce due grandi opportunità davanti a Fontana. Nella seconda, in particolare, cicca a due passi dalla porta. Esce tra i fischi del suo pubblico (All. Di Francesco 6,5).

Novara – Fontana 7: Nella prima frazione subisce un solo tiro in porta, quello del gol di Strasser su cui non può far nulla. Fin dai primi minuti della ripresa, però, la musica cambia: la squadra salentina parte all’arrembaggio ed è costretto agli straordinari. Bravo a respingere su diagonale di Corvia, reattivo su conclusione ravvicinata di Strasser. Nel finale Muriel ci prova in un paio di circostanze: niente da fare, Fontana è un muro. Rigoni 7, Morganella 6,5, Centurioni 6,5, Dellafiore 6, Gemiti 6, Marianini 6, Mazzarani 6, Meggiorini 6, Paci 5,5, Porcari 5,5, Giorgi s.v., Radovanovic s.v., Jeda 5: Alla seconda da titolare dopo la gara con il Siena, torna sul terreno che lo ha visto protagonista un anno fa. Chi si aspettava una prova gagliarda è rimasto deluso: al di là di un tiro sballato a 5′ dalla fine, il brasiliano non si vede mai, costringendo Meggiorini a reggere da solo il peso dell’attacco. Un fantasma (All. Tesser 5,5).

Pier Francesco Caracciolo