Serie A, Bologna-Atalanta 3-1: Denis illude, Ramirez decide

Bologna-Atalanta 3-1 – Bologna che sfata il tabù Dall’Ara e si aggiudica il match con l’Atalanta con il risultato di 3-1. Una bella boccata d’ossigeno, senza contare l’iniezione di fiducia, per gli uomini di Pioli che cominciano a vedere la luce in fondo al tunnel. Il tecnico felsineo, intervistato da Sky Sport, mostra soddisfazione, ma predica prudenza: “Dobbiamo ancora crescere e lavorare molto, perché c’è tanto da fare per guadagnare una posizione più tranquilla, ma le basi ci sono tutte“. Dal canto suo Colantuono prova a guardare il bicchiere mezzo pieno: ” Abbiamo perso una partita che sembrava in discesa, ma dovremo fare in modo che questa giornata ci serva a ricaricare le batterie in vista della prossima partita contro il Cagliari“.

Shock – L’inizio del match è davvero un trauma per i padroni di casa: dopo qualche minuto di studio arriva il vantaggio ospite con Denis, bravo a ribadire in rete un tiro respinto dalla difesa rossoblu. Il Bologna appare frastornato e al 20′ è Maxi Moralez a provarci da fuori area, con Gillet costretto alla deviazione in corner. Al 36′ è ancora Atalanta: scambio Bonaventura-Denis col primo che entra in area, ma pecca di precisione e Gillet si oppone nuovamente. Al secondo minuto di recupero accade l’inaspettato: Ramirez vince un paio di rimpalli, entra in area e viene atterrato, Di Vaio calcia, ma per l’arbitro è rigore. Il capitano rossoblu si incarica della battuta ed insacca il pareggio.

Nuovo spirito – Il Bologna nella ripresa appare più in palla e con più voglia di portare a casa il bottino pieno. Bastano 3 minuti agli emiliani per portarsi in avanti: Konè porta palla centralmente e serve in profondità Ramirez, che davanti a Consigli sigla con freddezza la rete del vantaggio. L’Atalanta prova a reagire con Moralez prima e Denis poi, ma la precisione non è delle migliori. Nel momento di maggiore spinta nerazzurra, arriva il definitivo 3-1: punizione di Ramirez dalla trequarti, palla nel mezzo e colpo di testa di Loria, lasciato colpevolmente solo, che si insacca alle spalle di Consigli. Gli orobici non hanno più la forza per andare a recuperare la partita e per Pioli sono 3 punti d’oro.

Alberto Ducci