Serie A, Lecce-Novara 1-1: Strasser non basta, Rigoni rimedia su rigore

Lecce-Novara 1-1 – Un punto per parte. Ma alla fine il più soddisfatto è Tesser. Al Via del Mare Lecce e Novara pareggiano 1-1: vantaggio salentino poco dopo la mezz’ora con un colpo di testa di Strasser, pareggio ospite grazie a Rigoni, che allo scadere del primo tempo trasforma dal dischetto. Dopo due sconfitte consecutive, dunque, Di Francesco muove di nuovo la classifica, ma è grande il rammarico per non essere riuscito a centrare i tre punti. Dopo un primo tempo equilibrato, infatti, i salentini hanno preso in mano le redini del gioco e hanno chiuso gli ospiti nella propria metà campo. Solo la grande imprecisione degli avanti giallorossi e la super prestazione di Fontana (autore di almeno tre interventi decisivi) hanno impedito al Lecce di tornare ad assaporare il successo. Al Novara, discreto nella prima parte ma poco presente nella ripresa, quello conquistato in Puglia è un punto prezioso: per salvarsi, però, servirà qualcosa in più.

Annullato un gol a Meggiorini – Di Francesco sceglie Giandonato e lascia fuori Piatti: il suo Lecce va in campo con il solo Corvia in avanti, supportato dal trio formato da Cuadrado, Bertolacci e Olivera. Confermato il Novara previsto alla vigilia: Mazzarani agisce sulla trequarti, le punte sono Jeda e Meggiorini. I primi minuti della gara sono confusi. In campo si respira una grande paura di perdere, e le due squadre faticano a creare gioco. Al 12′ Rigoni tenta il destro da fuori, pericolo minimo per Benassi. Il portiere giallorosso è costretto all’uscita precipitosa quando Esposito, frastornato dopo un colpo alla testa, gli passa un pallone avvelenato: Lecce salvo per un pelo. Al quarto d’ora i salentini si rendono finalmente pericolosi con Olivera, che su punizione sfiora la traversa. Bella azione degli ospiti poco dopo: Rigoni mette in mezzo un bel pallone, Mazzarani tocca al volo e costringe Benassi alla parata plastica. Il Novara sembra più quadrato, ma al 32′ il Lecce passa: Bertolacci allarga per Cuadrado, cross in mezzo dove Strasser, di testa, infila l’incolpevole Fontana. La squadra di Tesser non ci sta. Al 40′ Meggiorini segna il gol del pari con una splendida rovesciata, ma l’arbitro annulla per fuorigioco molto dubbio. Poco male, perché 3′ più tardi Mesbah atterra Rigoni in area e Romeo concede il rigore: lo stesso Rigoni si presenta dal dischetto e spiazza Benassi.

Lecce arrembante, Fontana super – Rispetto al primo tempo, la seconda parte di gara è molto più vivace fin dai primi minuti. E’ il Lecce a spingere con grande furore. Corvia, ben servito da Bertolacci, spara in diagonale ma trova Fontana pronto alla respinta. Sul corner seguente è Carrozzieri, uno dei migliori in campo, a fallire di testa da due passi. Ancora Corvia protagonista al 4′: cross da sinistra di Mesbah, il centravanti leccese tocca debolmente e fallisce una colossale occasione. I salentini continuano a spingere. Sugli sviluppi di un corner, Strasser calcia a botta sicura ma Fontana si salva ancora. Il Novara prova ad alleggerire la pressione con una conclusione alta di Meggiorini, ma sono sempre i padroni di casa a rendersi pericolosi. Carrozzieri prima e Bertolacci poi impegnano un ottimo Fontana. Al 26′, su splendida accelerazione di Bertolacci, il neo entrato Muriel avrebbe la palla buona ma Fontana devia in corner. Un evanescente Jeda ci prova con un destro dal limite, palla abbondantemente a lato. A 3′ Fontana è ancora bravo ad uscire sui piedi di Muriel. Poi, al 93′, l’ultima grande occasione della gara: cross da destra di Oddo, Olivera colpisce di testa e la palla termina a lato di un soffio.

Pier Francesco Caracciolo