Cassano: Ictus ischemico. Il Milan: E’ in netto miglioramento

Ictus ischemico per Antonio Cassano. Sarebbe questa la prima diagnosi effettuata al Policlinico di Milano, dove Antonio Cassano è ricoverato da ormai due giorni dopo che sabato scorso, appena tornato da Roma, si era sentito male, accusando annebbiamento della vista e diffcoltà a camminare e parlare. Sarebbe, perchè lo staff rossonero ha eretto un vero e proprio muro contro la comprensbile pressione dei media sulle condizioni del bomber milanista. E c’è di più: se il problema di salute di Fantantonio nel tardo pomeriggio si era configurato come piuttosto serio, dal Milan è invece arrivata una secca smentita in proposito.

Sta migliorando. Se davvero è stato un ictus, ad oggi rimane comunque impossibile valutare la reale entità del danno, che potrebbe comunque essere del tutto trascurabile. La società rossonera in un comunicato ha precisato che “le notizie in circolazione contenenti ipotetiche diagnosi sullo stato di salute di Antonio Cassano non possono considerarsi verificate poichè non provenienti da fonti mediche accertate come lo staff sanitario di A.C. Milan o i medici del Policlinico di Milano che hanno in cura il calciatore. Il Milan sottolinea che Cassano è in fase di netto miglioramento e che nei prossimi giorni sosterrà ulteriori esami”. Nessuna conferma ufficiale quindi, né sulle condizioni di salute, né tantomeno su chi avrebbe fatto la diagnosi di ictus, “retrocessa” a semplice indiscrezione ospedaliera.  Attorno al gioiello del Diavolo si è stretta tutta la squadra e molti dei suoi più forti avversari. Francesco Totti ad esempio, è parso più preoccupato per i medici che lo hanno in cura che per lo stesso Cassano: esorcizzando intelligentemente il momento, dal suo blog ha chiesto a Fantantonio di sbrigarsi “ad uscire dall’ospedale”“Sono sicuro – ha scritto – che i medici e gli infermieri già non ne possono più di te e dei tuoi scherzi”. Conoscendo l’esuberanza a tratti incontenibile del bomber, la bandiera giallorossa potrebbe non avere tutti i torti.

A.S.