World Vegan Day. Dalla prima lettera dei vegani al mondo

World Vegan Day. Il 1 novembre, da  67 anni, si festeggia il World Vegan Day, che apre il  mese vegano. Vegan è un termine coniato da Donald Watson, fondatore assieme a sua moglie Elsie Shrigley della Vegan Society, in Gran Bretagna, appunto nel novembre del 1944. Molte le iniziative sparse un po’ in tutto il mondo. Non manca neanche Roma che, grazie all’OCSA, tra le 15 e le 18 di oggi, vedrà alcuni volontari popolare la sua Via del Corso, impegnati in opera di sensiblizzazione sulle condizioni degli animali all’interno degli  allevamenti. All’attività dei volontari farà da sfondo un grande schermo, sul quale verranno proiettate immagini a tema. Ma da dove deriva la causa vegana?

La prima lettera. Sul sito della Vegan Society UK, nella sezione History, è possibile accedere ad un pdf che riproduce per intero il primo bollettino dei vegani, pubblicato nel 1944. il primo “Vegan News”, a cadenza trimestrale, nel suo sottotitolo nomina i “non-dairy vegetarians”, letteralmente i “vegetariani non da latte”. L’espressione viene spiegata alcune righe dopo, quando Donald Watson, (c’era lui alla macchina da scrivere), descrisse il “lacto-vegetarianism” come una sorta di “punto a metà strada tra il mangiare carne e una dieta completamente umana e civilizzata”.   La conclusione di Watson è a dir poco perentoria: “Noi pensiamo che  durante la nostra intera esistenza, possiamo evolverci abbastanza da completare il viaggio”.

Una questione di libertà. Poche righe sopra, il fondatore della Vegan Society scriveva “La libertà  è finalmente giunta tra noi. Avendo seguito una dieta che ha escluso qualunque alimento di origine animale per periodi che variano da poche settimane a diversi anni, la nostra esperienza può dirsi sufficientemente matura da poter essere registrata”. Il bollettino termina indicando la  strada da seguire. “L’evoluzione può essere regressiva così come progressiva. Effettivamente, pare ci sia una forte tendenza ad agire nel modo sbagliato, a meno che non venga preservato il rispetto delle norme vigenti, così come onorate le nuove visioni (del mondo, NDA). Per questo ragione abbiamo formato il nostro gruppo, il primo nel suo genere, noi crediamo in questa come in ogni altra nazione.

A.S.