Anticipazioni Servizio Pubblico, domani la prima puntata intitolata: Azzerare la casta

Servizio Pubblico, il primo appuntamento domani sera – E’ tutto pronto: mancano appena 24 ore all’appuntamento tanto atteso dai più. Santoro torna con Servizio Pubblico (Comizi d’amore era il titolo originale), debuttando domani sera alle ore 21 su Sky, sul web (sul fattoquotidiano.it, su repubblica.it e su corriere.it) e su molte tv locali (qui trovate l’elenco completo). La diretta streaming sarà addirittura trasmessa anche su Facebook: “La televisione che va in onda ci fa schifo. La nostra è una tv che sale sulla gru.” – ha dichiarato Santoro alla conferenza stampa di presentazione di Servizio Pubblico, sottolineando i 93.000 utenti che hanno già versato i loro 10 euro di sostegno del suo nuovo programma: “Volevamo un pubblico per giocare in uno stadio affollato – ha aggiunto – invece giocheremo al Maracanà”. E intanto, da qualche giorno, è online lo spot che promuove il programma, con Berlusconi in versione cartone animato, che invita tutti a guardare il programma.

Azzerare la casta è il titolo della prima puntata – Azzerare la casta (e non “scassare”, come annunciato nei giorni scorsi) sarà il titolo della prima puntata di Servizio pubblico. Tanti gli ospiti in studio: Diego Della Valle, Luigi De Magistris, tra i giornalisti ospiti Mario Mieli, Luisella Costamagna e Franco Bechis. Proprio sulla casta interverranno Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, autori dell’omonimo best-seller, che racconteranno tutte le promesse non mantenute dai parlamentari sui tagli alla politica. In collegamento il latitante Valter Lavitola e, inoltre, un’intervista a Chiara Danese, la 19enne costituitasi parte civile, assiema ad Ambra Battilana, nel processo a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti.

L’ex squadra di Annozero a Servizio Pubblico e la scenografia – I pezzi da novanta di Annozero non potevano mancare: Marco Travaglio introdurrà il programma con La balla della settimana, mentre Vauro delizierà con le sue vignette. Presente anche Giulia Innocenzi. La scenografia sarà curata, anche stavolta, da Filippo Bartolini: il palcoscenico sarà allestito con una gru: “In questi ultimi anni tanti italiani e migranti sono dovuti salire sulle gru per riaffermare diritti violati. Ora ci saliamo anche noi perché come loro, la nostra è una televisione senza cittadinanza”, ha dichiarato Santoro.

G. T.