Champions League: pari Milan, valanga Barça, Chelsea beffato

Champions League – La qualificazione è già in archivio, ma per centrare il primo posto servirà un’impresa. Il Milan non va oltre l’1-1 sul campo del Bate Borisov e si vede scavalcare il vetta al gruppo H dal super Barcellona di Leo Messi. In Bielorussia non basta la rete del solito Ibrahimovic: dal dischetto Bressan pareggia il conto e fa infuriare Allegri. Neanche a dirlo, il Barcellona approfitta del mezzo passo dei rossoneri e va in testa al girone. Sul campo del Viktoria Plzen il protagonista assoluto è Leo Messi, autore di una tripletta. La prima rete, arrivata su rigore a metà primo tempo, è la numero 200 del fuoriclasse argentino con la maglia blaugrana. Non solo: arrivando a 825 minuti senza subire gol, il portiere Victor Valdes supera Miguel Reina e batte il record di imbattibilità dei catalani. Tra tre settimane, a San Siro, è in programma lo scontro diretto: per passare come primo del girone, il Milan dovrà necessariamente vincere.

Serata da record – Per due squadre, quella rossonera e quella catalana, già matematicamente agli ottavi, una che si deve mangiare le mani per non essere ancora riuscita a centrare questo obiettivo. Stiamo parlando del Chelsea, fermato in Belgio dal Genk. In vantaggio grazie a Ramires, i blues sbagliano un rigore con David Liz e subiscono la beffa di Vossen. Nello stesso girone, il Valencia, chiamato ad una partita da dentro o fuori contro il Bayer Leverkusen, non tradisce le attese: vittoria per 3-1 e meno uno dai tedeschi in classifica. Anche al Mestalla si è festeggiato un record. Il primo gol della gara, ad opera di Jonas, è arrivato dopo appena 10”: si tratta della rete più veloce della Champions League. Ecco il quadro completo dei risultati di questa sera: Genk-Chelsea 1-1, Valencia-Bayer Leverkusen 3-1, Arsenal-Olympique Marsiglia 0-0, Borussia Dortmund-Olympiakos 1-0, Apoel Nicosia-Porto 2-1, Zenit San Pietroburgo-Shakhtar Donetsk 1-0, Bate Borisov-Milan 1-1, Viktoria Plzen-Barcellona 0-4.

Continua la favola dell’Apoel – Resta invariata la situazione in testa al gruppo F. Nonostante una partita bella e ricca di occasioni da una parte e dall’altra, Arsenal e Marsiglia non vanno oltre un pareggio a reti bianche. Il Borussia Dortmund ringrazia, batte di misura l’Olympiakos e torna in piena corsa per la qualificazione. Incredibile, infine, quello che sta combinando l’Apoel Nicosia. I ciprioti battono il Porto con un gol allo scadere di Manduca e restano al primo posto del gruppo G. La sconfitta dei lusitani non può che far piacere a Luciano Spalletti: il suo Zenit piega lo Shakhtar ed è secondo in solitudine. Ecco le classifiche dei gironi dopo le partite di questa sera: Gruppo E: Chelsea 8, Bayer Leverkusen 6, Valencia 5, Genk 2. Gruppo F: Arsenal 8, Olympique Marsiglia 7, Borussia Dortmund 4, Olympiakos 3. Gruppo G: Apoel Nicosia 8, Zenit San Pietroburgo 7, Porto 4, Shakhtar Donetsk 2. Gruppo H: Barcellona 10, Milan 8, Bate Borisov 2, Viktoria Plzen 1.

Pier Francesco Caracciolo