Eseguito a Pisa il primo impianto al mondo di protesi alla retina

Recuperata parcialmente la vista – Ê stata effettuata nell’ospedale di Pisa la prima operazione chirurgica al mondo di protesi retinica. Grazie a questo eccezionale intervento, che è durato circa quattro ore, un uomo reso cieco dalla retinite pigmentosa è tornato a vedere anche se solo parzialmente. Il dispositivo impiantato si chiama Argus II ed è stato messo a punto, dopo anni di sperimentazione, nei laboratori della Second Sight Medical Product in California.

ArgusII- La protesi impiantata permette di ripristinare una paziale capacità visiva ai pazienti affetti da malattie degenerative della retica. Essa è formata da minuscoli elettrodi capaci di captare gli oggetti che si spostanto nell’ambiente e di mandare le informazioni a una microcamera collegata alla retina malata. Tra circa due settimane, quando l’occhio si recupererà dall’operazione, il dispositivo sarà attivato e calibrato per ripristinare la capacità visiva del paziente. In quel momento partirà anche la riabilitazione. L’intervento è stato effettuato dal dott. Stanislao Rizzo, direttore del reparto di Chirurgia oftalmica dell’Azienda ospedaliero-universitaria pisana e dai suoi collaboratori. “Sono molto soddisfatto -ha detto il professor Rizzo- che il nostro ospedale possa offrire in Italia il primo trattamento approvato disponibile per le persone non vedenti affette da retinite pigmentosa. La medicina puo’ ora fare qualcosa per i non vedenti”.
A.P.