Lou Reed e Metallica insieme per un’opera rock: Lulu

Lou Reed e Metallica – Si erano ripromessi di lavorare insieme a un disco due anni fa, dopo l’incontro sul palco del Madison Square Garden per le celebrazioni dei 25 anni della Rock’n’roll Hall of Fame. Ora quella promessa è realtà e ha un nome: Lulu. L’idea arriva direttamente dal cantautore newyorkese che ha concepito una grande opera rock partendo proprio dalla figura femminile di Lulu, l’archetipo della femme fatale nato all’inizio del ‘900 dalla penna di Frank Wedekind, protagonista dell’omonima doppia tragedia che include i drammi “Lo spirito della terra” e “Il vaso di Pandora” del drammaturgo tedesco. E per dare vita al suo concept album, Lou Reed si è affidato alla potenza del rock espressa in note dai Metallica: “Con loro il sogno poteva diventare realtà. Abbiamo realizzato più di quello che mi aspettavo, più di ciò che sognavamo: avere alle spalle una power band come questa è stato affascinante”.

Lou Reed, letteratura e musica – Già in passato, il massimo cantore rock di New York, Lou Reed,  aveva intrecciato la sua passione letteraria con il rock: era accaduto nel 2003 per The Raven, il doppio album dedicato all’opera di Edgar Allan Poe. Ora il leader dei Velvet Underground si è lasciato conquistare dalla band che ha segnato la storia dell’heavy metal, plasmando con la sua femme fatale intorno a riff complessi e suoni ricercati, realizzando uno strano ibrido di rock teatrale, difficile da cogliere nelle sue sfumature al primo ascolto, anche perché sempre in altalenante bilico tra il semplice commento sonoro al suo recitato musicale e lo scatenamento degli elementi rock dei Metallica. “Con il tempo e con l’esperienza ho capito che a volte è sufficiente avere un buon titolo per concentrarsi su un album e vederselo realizzare tra le mani” – ha commentato Lou Reed – “questa volta avere a che fare solo con un titolo come Lulu non mi avrebbe portato da nessuna parte: bisognava chiedersi chi era davvero Lulu, analizzare la sua psicologia era tutto, capire in che modo la sua immoralità o amoralità aveva scandalizzato la borghesia della sua epoca”.

Lulu e i Metallica – Sin dalla proposta iniziale, Lulu ha folgorato letteralmente i Metallica, così come sottolineato dal cantante James Hetfield: “Leggendo i testi ci siamo chiesti cosa potessimo dare a quest’opera per farla andare su un nuovo livello, per farla diventare rock. Per me lavorare sulla musica partendo dai testi è stata una scoperta, ho potuto togliere il cappello da autore e concentrarmi sulla musica. Avere davanti una tela vuota da riempire è stato il dono più grande per noi, non avevamo mai fatto una cosa del genere, avevamo sempre lavorato su riff. Si trattava di dare a Lulu il marchio dei Metallica e credo ci siamo riusciti”.

Dario Morciano