Palermo, tanti i nomi per il dopo Sogliano

Il sostituto di Sogliano – Dopo il crac di ieri tra Zamparini e Sean Sogliano, il presidente rosanero è già all’opera per trovare un sostituto adatto al ruolo di direttore sportivo del Palermo. Il principale motivo della separazione tra i due, a detta del numero uno del club siciliano è stato il rapporto arrivato ormai “alla frutta“. Per questo motivo e per il carattere vulcanico di Zamparini, la scelta di un sostituto sembra essere un’impresa molto ardua, con la possibilità che il patron rosanero si occupi personalmente della gestione sportiva come già fece dopo le dimissioni dell’ormai ex Sabatini. I nomi comunque non mancano e su tutti c’è il ds Gianluca Nani già liberatosi dal Brescia lo scorso giugno.

La lista di Zamparini – Non solo Nani nei pensieri di Zamparini. Il presidente del Palermo infatti, in attesa di stilare una nuova strategia societaria, ha messo da parte diversi piani di riserva con i nomi più accreditati per il dopo Sogliano. La probabilità che almeno in questa stagione la gestione tecnica venga affidata allo stesso patron rosanero è molto alta, soprattutto se la scelta è legata all’arrivo di Perinetti che si libererà dal Siena solo nella prossima estate. Per l’immediato invece, dopo l’ex ds del Brescia, i nomi più caldi sono quelli di Alessio Secco e Franco Ceravolo. In ogni caso comunque, il primo a subire le conseguenze della separazione tra Zamparini e Sogliano potrebbe essere l’attuale allenatore Mangia.

Giuseppe Carotenuto