Pizza e cocaina: arrestato proprietario di un locale romano

Non solo pizza: il titolare di un locale di Roma ai suoi clienti vendeva anche hashish e cocaina. A scoprirlo sono stati gli investigatori della Squadra Mobile che, a seguito di lunghe indagini, hanno fatto irruzione nella pizzeria sita nei pressi di piazza Carpegna, nel quartiere Aurelio, e, nella cucina, in mezzo alle stoviglie e sotto alcuni sacchi di patate hanno trovato panetti di hashish per circa un chilo e 110 grammi di cocaina.

Arrestato titolare – In manette è finito il proprietario del locale, ma la perquisizione non si è conclusa all’interno della pizzeria, ma è proseguita anche nell’abitazione dell’uomo, G.E., trentaquattrenne romano. All’interno dell’armadio gli investigatori hanno trovato circa 14.000 euro in banconote di piccolo taglio, denato probabilmente ricavato con l’attività di spaccio, e tutto il materiale per confezionare le dosi di droga. Le indagini della polizia erano partite da una serie di controlli mirati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in zona Montespaccato. Proprio nei giorni scorsi, gli agenti si erano appostati nei pressi della pizzeria di piazza Carpegna notando uno stano via vai di persone che, entrando nel locale, ne uscivano, dopo pochi minuti, a mani vuote. Ieri pomeriggio gli agenti hanno fatto scattare il blitz: alla vista della polizia, il titolare si è mostrato subito molto nervoso e, sottoposto a perquisizione personale, nelle tasche dei suoi pantaloni è stata trovata, avvolta in un fazzoletto di carta, una busta di cellophane contenente alcuni grammi di cocaina, dose già confezionata per essere venduta al dettaglio. Il titolare della pizzeria è stato arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di droga.

Francesca Theodosiu