Kurt Cobain ringrazia per un premio… diciassette anni dopo la morte

Nirvana, diciassette anni dopo – I Nirvana sono uno di quei gruppi decisamente immortali. Non bastano gli anni per farli dimenticare dai tanti fan dell’epoca e da quelli nuovi, che li hanno conosciuti solo dopo la morte di Kurt Cobain e lo scioglimento della band. La loro musica, poi, ancora adesso riesce a trasmettere quella rabbia e quella tristezza che portava dentro Kurt. Sono immortali e ricordarli è doveroso. Per questo forse la trovata di MTV non è stata la scelta migliore per celebrare la band e il suo frontman, morto suicida nel 1994, diciassette anni fa.

Kurt Cobain parla con una medium – Lo scorso lunedì si sono tenuti gli “O Music Awards“, i premi musicali “Oltraggiosi, Stravaganti e Online”, che celebrano la musica digitale e le implicazioni che internet ha nella distribuzione della musica al giorno d’oggi. E la band di Seattle ha vinto il premio per “Best Vintage Viral Video” per la performance live di “Smells like teen spirit” all’edizione del 1991 di Top of the pops. Nulla di strano (se si tralascia per un momento il fatto che agli inizi degli anni ’90, Internet era ancora un modo conosciuto a pochi), ma a ringraziare per il premio è stato chiamato Kurt Cobain in persona. Tramita una sensitiva, si intende. La medium Fahrusha si sarebbe messa in contatto con l’aldilà e avrebbe riferito le parole del cantante. Che i Nirvana siano immortali è fuori discussione… ma era veramente necessario ricordare Kurt Cobain in questo modo?

S. B.