Milano: ragazzo di 12 anni investito da un tram

Usciva dall’oratorio – E’ successo ieri sera in via Solari, una delle strade più trafficate della città dove gli abitanti si sono ormai rassegnati a vedere macchine parcheggiate in seconda fila. Sulla stessa strada corrono però anche i binari dei tram, per i quali a volte il parcheggio selvaggio diventa un ostacolo allo svolgimento del servizio pubblico. Ma per Giacomo S., 12 anni, quell’automobile in sosta in doppia fila è stato fatale. Il ragazzino usciva dall’oratorio in sella alla sua bicletta preceduto dalla mamma che lo era andato a prendere.

La proprietaria dell’auto ha aperto lo sportello – Secondo i rilevamenti della polizia locale la donna al volante dell’auto in sosta avrebbe aperto lo sportello proprio nel momento in cui Giacomo le stava passando accanto, e per una tristissima fatalità, proprio in quel momento sopraggiungeva il tram. Il tutto è accaduto in una frazione di secondo, lo sportello ha scaraventato il ragazzo sulle rotaie del mezzo in transito, senza lasciare all’autista del mezzo il tempo di frenare.

La mamma disperata – La mamma, che era passata qualche istante prima di lui, si è voltata per aspettare Giacomo ma si è resa conto che nello schianto che aveva sentito era rimasto coinvolto il suo piccolo. Anche l‘autista del mezzo, un uomo di 47 anni, è sotto choc ed è stato portato in ospedale, mentre continuava a ripetere di non essere riuscito a evitarlo. La magistratura ha aperto le indagini per accertare le reali responsabilità delle persone coinvolte.

Marta Lock