Moto2, Valencia: indimenticabile vittoria di Pirro e del team Gresini

Moto2, Gp Valencia – Ed il sogno continua. Le nuvole e la pioggia non hanno mai lasciato il circuito spagnolo, rendendo la pista davvero scivolosa. Eppure Michele Pirro non ha mai perso la concentrazione, rispondendo a tutte le difficoltà con un ritmo gara perfetto. Una corsa tesissima ed un pianto liberatorio alla bandiera a scacchi, di Fausto, di Michele, di tutti gli uomini del team italiano. Marco non c’è più, ma di sicuro anche lui oggi era in gara, ad aiutare il compagno di squadra in una impresa che fino a ieri sembrava impossibile. Ed invece l’ultima gara del campionato finisce con pole position e vittoria. Il massimo raggiungibile, il tributo più bello ed intenso ad un grande campione quale era Marco.

Vittoria emozionante – I suoi riccioli si sono fermati sulla casella del numero uno e le lacrime si sono fuse ai sorrisi. Un bellissimo momento indimenticabile per tutti. In seconda posizione Mika Kallio, tornato nel gruppo che conta dopo due anni davvero brutti sia a livello sportivo che professionale. Il finlandese ha cercato di insidiare il pilota italiano, ma non c’è stato nulla da fare. Bravissimo anche Dominique Aegerter, terzo con tanto di dritto. Vi sono stati anche attimi di paura dopo il brutto volo dell’altro pilota Gresini Takahashi. Il giapponese ha picchiato violentemente la testa perdendo conoscenza, salvo poi tornare vigile pochi minuti quando era nelle sapienti mani del Centro Medico. Si dovrà sottoporre ad una tac in ospedale come da prassi, ma nulla di preoccupante. Cade anche il campione del mondo Stefan Bradl, ingannato dalle mutevoli condizioni dell’asfalto.

Classifica finale – Tantissimi ritiri per quanto riguarda gli altri italiani in gara. Mattia Pasini, Raffaele De Rosa e Simonie Corsi si sono tutti ritirati causa caduta, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Andrea Iannone invece riesce a centrare un’altra delle sue combattute rimonte, chiudendo undicesimo e difendendo la terza piazza mondiale ai danni di Alex De Angelis, dodicesimo. Punticino anche per Claudio Corti (15°), mentre il rientrante Alex Baldolini (19°) manca la zona a punti. Si chiude anche l’avventura 2011 della classe di mezzo, con una bellissima scritta nelle fiancate della Moriwaki oggi vincente: “Race your life”. Il sogno continua, le emozioni non finisco ed il ricordo arderà dentro i cuori. In qualche modo un’altra lezione del nostro Sic.A seguire la classifica finale: 01)Michele Pirro 02)Mika Kallio 03)Dominique Aegerter 04)Anthony West 05)Kenny Noyes 06)Yonny Hernandez 07)Mike Di Meglio 08)Xavier Simeon 09)Max Neukirchner 10)Julian Simon 11)Andrea Iannone 12)Alex De Angelis 13)Jules Cluzel 14)Pol Espargaro 15)Claudio Corti 16)Randy Krummenacher 17)Thomas Luthi 18)Jordi Torres 19)Alex Baldolini 20)Kenan Sofuoglu

Riccardo Cangini