European Music Awards, i vincitori e le esibizioni

EMA 2011, le esibizioni – Si sono appena conclusi gli European Music Awards di MTV andati in scena a Belfast e condotti, quest’anno, dalla giovane Selena Gomez. Forse un po’ troppo ligia nel seguire le regole e un po’ troppo eomozionata per essere totalmente a suo agio, Selena se l’è comunque cavata nella sua prima importante prova da presentatrice e gli EMA sono un palco importantissimo. Lo show è iniziato con una performance importante, quella di una delle migliori band al mondo, i Coldplay. Un grande inizio, quindi, per questi EMA 2011. Lady Gaga è stata un’altra protagonista della serata: un’esibizione stellare, data l’ambientazione ricreata sul palco. La cantante si è esibita con “Marry the NIght”, infiammando il pubblico presente e gli spettatrori a casa. Attesissima era anche la presenza del giovane Justin Bieber che iniziando con la nuovissima “Mistletoe”, ha poi proseguito con la canzone che è diventata anche un suo motto “Never say never”. Ma probabilmente, la performance che più ha colpito in assoluto è stata quella di una delle migliori band di sempre, i Queen. Magistrali come solo loro riescono ad essere, sono stati accompagnati dalla voce potente di Adam Lambert e hanno chiuso gli EMA con ben tre canzoni: la struggente “The Show Must Go On”, la potentissima “We Will Rock You” e l’evocativa “We Are The Champions”. Che finale, per questo show.

I vincitori – Per quanto riguarda le premiazioni, ci sono state poche sorprese. Lady Gaga si porta a casa quattro dei premi più ambiti, Best Female, Biggest Fans, Best Song e Best Video, questi ultimi conquistati grazie a “Born This Way”. La cantante, emozionata, nell’accettare i premi ringrazia i fan, ricordando quanto per lei sia importante il messaggio contenuto nella sua canzone. Il premio di Best Male è andato al giovanissimo Justin Bieber, così come quello di Best Pop. Anche Bruno Mars e i 30 Seconds to Mars si sono aggiudicati due premi ciascuno, (Best New Act e Best Push Act per Bruno Mars, mentre Best World Stage Performance e Best Alternative per la band di Jared Leto). I Queen, inoltre, si sono aggiudicati il premio di Global Icon, per sottolineare la loro importanza nel mondo della musica che dura ormai da decenni.

S. B.