Serie A, Milan-Catania 4-0: rossoneri implacabili anche contro gli etnei

Milan-Catania 4-0. Continua la rincorsa del Milan verso il primo posto in classifica. La squadra rossonera ha battuto infatti il Catania per 4 a 0 nella gara giocata ieri pomeriggio a San Siro, portandosi così a quota 20 punti, ovvero ad una sola lunghezza di distacco dalla coppia di testa, formata da Lazio ed Udinese. Gli eroi della partita giocata ieri sono stati Ibrahimovic, Robinho, Seedorf e Zambrotta, che hanno realizzato le quattro reti rossonere. Al Catania di Montella invece va riconosciuto l’onore delle armi, ma va anche bacchettato duramente, per non aver giocato una gara attenta in fase difensiva.

Ibra molto ispirato – A San Siro si è visto un Milan abbastanza determinato, che ha cercato di sbloccare subito il match contro il Catania. Match che si è messo in discesa per i rossoneri al 7’, quando Ibrahimovic ha realizzato il penalty assegnato dall’arbitro per un ingenuo fallo in area di Lanzafame su Robinho. La sberla subita ha acceso la squadra etnea, che ha tentato di macinare gioco per mettere in difficoltà il Milan. Milan che però ha centrato il bis con Robinho (24’), e che poi ha provato a chiudere i giochi con Seedorf, Ambrosini e lo stesso Robinho.

Rossoneri inarrestabili – Nella ripresa la formazione di Allegri è tornata in campo per amministrare il match, e per cercare la rete del 3-0. Montella però non si è dato per vinto, ed ha messo dentro Barrientos e Maxi Lopez, per provare a riaprire la gara. La mossa dell’ex-tecnico della Roma non ha funzionato, perché il Milan è andato ancora in gol con Seedorf (68’) e Zambrotta (72’), chiudendo di fatto il match. Negli ultimi minuti è entrato in campo anche Inzaghi, e si è assistito al suo scontro personale con Andujar, che gli negato la gioia dell’ennesimo gol in A.

Simone Lo Iacono