Rendiconto: ultime previsioni di voto, maggioranza sotto

Rendiconto: scatta il Totovoto – Quando mancano oramai poche ore al voto nell’Aula di Montecitorio sul Rendiconto di bilancio, entra nel vivo la fase dei pronostici che danno per spacciata la maggioranza. L’attenzione è tutta rivolta ai frondisti e ai malpancisti del Pdl, i quali stanno addirittura valutando l’ipotesi di astenersi insieme alle opposizioni. I deputati Roberto Antonione, Giustina Destro, Fabio Gava, Giancarlo Pittelli e l’ex Fli Antonio Buonfiglio hanno già fatto sapere che non parteciperanno al voto, portando così la maggioranza da 316 a 311 deputati. I ‘sì’ confermati per il governo si fermano lì, cinque voti sotto la maggioranza assoluta, ma le opposizioni sperano addirittura di farla calare ancora.

La trappola dei frondisti. Gli scontenti del Pdl insistono sulla necessità che il premier “favorisca la nascita di un nuovo governo con la più ampia base parlamentare”. Su questa linea anche Luciano Sardelli, il quale ha già dichiarato che sarà presente alla Camera ma non parteciperà al voto. Fedele a Berlusconi almeno per oggi, nonostante il ‘mal di pancia’, sarà Isabella Bertolini, che assicura: “Come ho già detto e ripetuto voterò a favore del rendiconto”. A far scendere l’asticella della maggioranza ci pensano anche D’Ippolito, Bonciani e Carlucci, tutti passati all’Udc del sempre corteggiato Casini. L’assenza di Francesco Nucara (segretario del Pri), ricoverato in ospedale, verrà infine riequilibrata dal nuovo deputato D’Alessandro.

L’opposizione non voterà. Al termine della riunione dei propri capigruppo, l’opposizione ha deciso di insistere con la strategia dell’astensione: i parlamentari, compresi quelli Radicali, che si riallineano così al Partito Democratico, saranno presenti in Aula, ma non voteranno il Rendiconto in modo da non incidere sul numero legale al momento del conteggio dei voti.

Raffaele Emiliano